Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaIsole Cayman: pronto registro dei fondi offshore

Isole Cayman: pronto registro dei fondi offshore

Addio ai segreti del paradiso fiscale più affascinante del mondo. Le Isole Cayman dicono basta: “Non è più accettabile che i responsabili degli hedge fund delle Cayman continuino ad essere esecutori materiali di decisioni altrui” rivela una fonte al Financial Times. Insomma le isole caraibiche si muovono verso una maggiore trasparenza. 

Il territorio britannico si prepara a una vera svolta, aprendo a maggiori controlli sulle migliaia di società e hedge fund con domicilio nell’isola. A caccia di una migliore reputazione, le autorità locali stanno vagliando ampie riforme con le quali rendere pubblici i nomi di società e di loro manager in precedenza nascosti. Una svolta che trapela nel giorno in cui il Tesoro americano pubblica le nuove norme anti-evasione, che prevedono, fra l’altro, che le banche a livello globale comunichino all’Internal Revenue Service, l’agenzia delle Entrate americane, i bilanci e le attività dei conti intestati ad americani.

La proposta, inviata all’industria degli hedge fund, prevede anche la creazione del primo database dei fondi con domicilio nelle Cayman e dei loro manager, che dovranno sottoporsi a un processo di controllo accurato per valutare se agiscono come fiduciari degli investitori. La decisione di aprire a una maggiore trasparenza arriva in coda alle critiche, soprattutto dell’Europa e degli Stati Uniti, nei confronti dei minimi requisiti di comunicazione imposti dal Paese alle società registrate. 

“La maggior parte della pressione a cambiare, però, arriva più dagli investitori in hedge fund che dalla politica” sottolinea il Financial Times secondo cui “molti dei maggiori fondi pensione al mondo non hanno infatti al momento la possibilità di verificare i dettagli dei fondi delle Cayman in cui investono nè dei loro manager” . Diversi manager nelle Cayman, infatti, siedono nei consigli di amministrazione di centinaia di hedge fund dove sono domiciliati 9.438 fondi, uno ogni sei abitanti (sono 2.951 i fondi nelle isole della Virginia Britannica, il secondo centro offshore più grande). A spingere per una nuova regolamentazione sono anche le preoccupazioni per nuovi “casi Madoff”, alimentati proprio dalla mancanza di controllo sull’operato dei manager. 

Print Friendly, PDF & Email