Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeIl Comitato Giovani Imprenditori d’Abruzzo anche quest’anno ha concorso all’organizzazione del prestigioso Convegno Internazionale dei Giovani di Confindustria, che si è tenuto a Capri il 4 e 5 ottobre scorsi, presso il Grand Hotel Quisisana. L’evento, ch

Il Comitato Giovani Imprenditori d’Abruzzo anche quest’anno ha concorso all’organizzazione del prestigioso Convegno Internazionale dei Giovani di Confindustria, che si è tenuto a Capri il 4 e 5 ottobre scorsi, presso il Grand Hotel Quisisana. L’evento, ch

Infatti, quest’anno un altro modulo si è aggiunto al tema del marketing territoriale in quanto il convegno è stato preceduto da un pre-convegno con evento enogastronomico voluto dalla Presidente dei Giovani Imprenditori d’Abruzzo, Valentina Bianchi: nella suggestiva cornice della Certosa di S. Giacomo a Capri, è stato offerto agli ospiti un viaggio tra prodotti tipici ed i territori delle otto regioni che compongono il Comitato Interregionale Giovani Imprenditori (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). Il preconvegno, dal titolo “ Le risorse culturali e ambientali del Mezzogiorno: quale percorso tra pubblico e privato ?”, è stato incentrato sulla possibile rinascita delle risorse culturali, ambientali, storiche ed archeologiche di cui il Mezzogiorno d’Italia è ricco ed ha cercato di definire un nuovo rapporto tra pubblico e privato, che implementi conservazione ed organizzazione dei siti con potenzialità turistica, come obiettivi da cogliere per realizzare un’opportunità concreta di sviluppo, anche all’interno di flussi e risorse economiche. Il tema del Convegno internazionale: “Democrazia economica: mercati aperti, etica della trasparenza, società della partecipazione” si è articolato sulla contrapposizione tra capitale/lavoro e tra imprenditore/lavoratore, contrapposizione che continua a dominare la vera politica, economica e sociale del nostro Paese e delle altre democrazie avanzate. Per i Giovani Imprenditori manca in Italia una compiuta democrazia economica: i mercati sono asfittici e poco trasparenti; la borsa di Milano è ancora territorio d’élite, le tariffe di molti servizi sono più alte della media europea. Democrazia Economica significa diffusione dei benefici del mercato e della cultura d’impresa alla platea più ampia possibile di soggetti. Promuoverla richiede azioni di innovazione su più livelli. Anzitutto all’interno dell’azienda, trasformando il conflitto in collaborazione per aumentare la produttività e la condivisione dei valori dell’impresa; e in secondo luogo nelle relazioni industriali, arricchendo l’esperienza positiva della concertazione con la volontà di rendersi partecipe, a livello aziendale, dei frutti e dei rischi del mercato. Infine nelle politiche economiche del governo, che devono rilanciare i processi di privatizzazione – abbandonando logiche di cassa e di liberalizzazione – a favore della costruzione di nuovi modelli di mercato che privilegino la concorrenza e quindi l’abbassamento delle tariffe. Promuovere una democrazia economica significa innescare una vera e propria rivoluzione culturale che coinvolga politici, imprenditori, sindacalisti e opinione pubblica. In questa battaglia i Giovani Imprenditori cercheranno di essere protagonisti, convinti che progettare il domani sia meglio che subirlo. Afferma Valentina Bianchi, Presidente dei Giovani Imprenditori d’Abruzzo: “nessuna politica economica può avere successo se alla base non c’è una vera democrazia, fondata sulla libertà dell’individuo, motore principale dello sviluppo. I mercati aperti, le garanzie di trasparenza, le infrastrutture economiche, le libertà politiche, la partecipazione sociale, sono tutti diritti che contribuiscono a formare le capacità dell’individuo, la sua sicurezza economica, la sua partecipazione e la prosperità. E’ su questi aspetti che oggi, come giovani imprenditori, vogliamo dibattere pubblicamente offrendo in questo modo un contributo alla crescita sociale e al progresso economico”.

L’importanza della manifestazione e la presenza di autorevoli e numerosi imprenditori nazionali, di giornalisti italiani e stranieri, di autorità politiche, ha rappresentato un’occasione unica per il progetto di marketing territoriale avviato dalla CCIAA di L’Aquila che, con l’Unione Provinciale degli Industriali di L’Aquila, ha presentato la brochure informativa contenente tutte le informazioni utili per potenziali investitori. L’azione promozionale è stata completata dalla distribuzione del Cd-rom: “Investire in Abruzzo”, realizzato da Confindustria Abruzzo che ha già sperimentato nel 2001 la validità di una presenza nell’evento con uno spazio dedicato al “Villaggio Mezzogiorno”. Come ha sottolineato il direttore di Confindustria Abruzzo, Giuseppe D’Amico: “il cd rom Investire in Abruzzo – Strumenti a sostegno dell’Industria Abruzzese costituisce uno strumento veramente completo ed importante di marketing territoriale, non solo per i dati ed le informazioni contenute, ma anche perché è l’unico esistente al momento”. “Il nostro territorio” ha sottolineato Antonio Cappelli, Direttore dell’Unione Provinciale di L’Aquila “ha sviluppato nel tempo una serie di peculiarità che gli hanno consentito di qualificarsi e crescere sempre più, sia sul piano economico che sul piano sociale e culturale, in modo da recuperare una posizione sempre più rilevante nel contesto del Paese. Questi traguardi meritano l’attenzione del mondo imprenditoriale per le opportunità ed i vantaggi che il territorio può offrire a nuovi investimenti produttivi. Un obiettivo certamente impegnativo che può essere agevolato da quest’azione strutturata di promozione territoriale”. “L’azione di marketing territoriale avviata dalla C.C.I.A.A.” aggiunge il presidente della C.C.I.A.A. di L’Aquila, Benito Bove, “in concerto con le associazioni, è volta a creare quelle relazioni industriali utili a far conoscere le potenzialità del territorio abruzzese ed in particolare della Provincia di L’Aquila, al fine di attrarre nuovi investimenti e implementare i livelli occupazionali”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi