Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaGuardia di Finanza manda Regione Abruzzo davanti a Corte dei Conti

Guardia di Finanza manda Regione Abruzzo davanti a Corte dei Conti


Assessori provocano danno erariale da 500mila euro e la Regione non si rivale su di loro.

Dopo lo spoil system di Giunta Pace e del Turco, la Regione non solo deve risarcire

 

il personale rimosso indebitamente in forza dello spoil system ma deve anche comparire davanti alla Corte dei Conti per non essersi rivalsa sugli ex assessori che hanno causato un danno erariale di 500mila euro. 500mila euro, infatti, è l’ammontare del risarcimento del danno dovuto al personale rimosso.
I finanzieri dell’Aquila hanno denunciato alla procura regionale della Corte dei Conti alcuni ex assessori delle due precedenti Giunte regionali e dirigenti pro tempore dell’ente, ritenuti responsabili di un danno erariale di quasi mezzo milione di euro.
I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2000 e il 2005 – giunta presieduta da Giovanni Pace (centrodestra) e quella di Ottaviano Del Turco (centrosinistra) – e si riferiscono ad una serie di revoche di incarichi dirigenziali alla Regione Abruzzo, giudicate poi illegittime dall’autorità giudiziaria civile e amministrativa, alle quali si erano rivolti i dirigenti rimossi.
La motivazione delle rimozioni era nella necessità politica di attuare lo ‘spoil system’, ovvero il cambiamento della classe dirigente nel momento in cui subentrava una diversa coalizione. In particolare, Del Turco aveva fatto approvare dal Consiglio regionale una specifica legge sullo spoil system, in base alla quale sono poi state decise le revoche degli incarichi.
La Regione, risultata soccombente nelle cause intentate dai dirigenti, è stata condannata al risarcimento dei danni nei confronti dei funzionari rimossi ed al pagamento delle spese giudiziali, corrispondendo complessivamente, negli anni dal 2003 al 2008, circa 482 mila euro.
Gli accertamenti dei finanzieri hanno rilevato l’inerzia da parte della Regione nel rivalersi nei confronti dei soggetti – ex assessori e dirigenti – che, a vario titolo, sono risultati autori dell’illegittimo spoil system determinando, in tal modo, effetti negativi sul bilancio regionale e, quindi, in ultima istanza, sui cittadini abruzzesi.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi