Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoGiulianova, ospedale: “basta strumentalizzazioni”

Giulianova, ospedale: “basta strumentalizzazioni”

La paventata chiusura del Centro nutrizionale. E’ stato questo l’argomento al centro della discussione che si è tenuta ieri, a Giulianova, dove si è riunito il Consiglio comunale straordinario sulla sanità, alla presenza del Commissario ad Acta Gianni Chiodi, del direttore generale della Asl Giustino Varrassi e del sub Commissario, Giovanna Baraldi.
“Più volte” commenta oggi il manager Varrassi “si è detto che questa struttura è stata spogliata di funzioni e competenze e non è opportunamente apprezzata dalla dirigenza della Asl di Teramo. Si è già detto che il servizio viene tenuto in tale considerazione che ogni anno la Asl spende per il suo funzionamento circa il doppio di quanto incassi in prestazioni (e la spesa del solo personale sfiora i 500mila euro). Come anche si è detto che, per le patologie di cui quel centro si occupa, la mobilità passiva aziendale supera la mobilità attiva. E proprio per l’attenzione che la sensibilità della Asl ha nei confronti delle sofferenze delle famiglie con problemi di quel genere, il Centro di Fisiopatologia della nutrizione non solo continuerà la propria attività ma sarà potenziato ed insieme ad esso l’ospedale tutto di Giulianova. Il Centro, infatti, sarà incastonato nella struttura ospedaliera, al cui interno sarà possibile una maggiore interazione multidisciplinare, ed affiancato anche da una chirurgia bariatrica (chirurgia specializzata negli interventi per l’obesità), che aumenterà le potenzialità assistenziali del Centro stesso, ovviamente anche con capacità di attrazione che favorisce la mobilità attiva. Per questo motivo risultano incomprensibili le proteste di familiari fortemente preoccupati per l’assistenza e la cura di persone con disturbi alimentari. Il nostro quotidiano richiamo ad evitare le strumentalizzazioni in materia sanitaria è volto ad impedire che si sviluppino gravi allarmi del tutto ingiustificati. La dirigenza Asl è affidata a un medico il quale, come tale, non solo ha a cuore la salute e la cura dei cittadini, ma ha il dovere di provare orrore di fronte a chi strumentalizzi la salute e la cura dei pazienti.

Print Friendly, PDF & Email