Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industriale“FORMAZIONE NEW ECONOMY: LE CONOSCENZE IN RETE DEL PROGETTO FIM”

“FORMAZIONE NEW ECONOMY: LE CONOSCENZE IN RETE DEL PROGETTO FIM”

«Le piccole e medie imprese abruzzesi ancora non entrano del tutto nel meccanismo della new econony», con questa affermazione Donato Lombardi, vice-presidente regionale di Confindustria, ha aperto il convegno dal titolo “Formazione e new economy. Le conoscenze in rete del Progetto Fim”. Il convegno si inserisce nell’ambito del progetto SFC:FIM (Sistemi Formativi Confindustria e Imprenditorialità nel Mezzogiorno), ed è nato grazie alla convenzione tra “Sistemi Formativo Confindustria” ed il Ministero dell’Università e della ricerca Scientifica e Tecnologica per favorire lo sviluppo della formazione delle imprese, per aumentarne la competitività ed incrementare in questo modo l’occupazione.

Lo scopo di questo convegno-seminario è stato quello di affrontare in Abruzzo l’interrelazione tra formazione professionale e new economy e le opportunità offerte dalle evoluzioni tecnologiche e di mercato per lo sviluppo di nuovi modelli e percorsi formativi e dei relativi strumenti didattici. «La sfida» ha affermato con forza Donato Lombardi, consiste: «nel fare formazione professionale mirata per creare le figure specifiche che sono richieste dalla continua evoluzione del mercato».

Il convegno è stato anche l’occasione per presentare il T.I.C. – Technology Learnig Centre – il centro multimediale dotato di moderne apparecchiature telematiche di cui è stata dotata Confindustria Abruzzo, sempre nell’ambito del progetto SFC:FIM, che sarà messo a disposizione gratuitamente per la realizzazione di corsi di formazione diretti alle imprese ed ai soggetti interessati agli obiettivi del progetto, al mondo della scuola, dell’università, della formazione e della ricerca.

La new economy impone, quindi, una maggiore qualificazione e l’utilizzo di tecnologie avanzate atte a rafforzare le potenzialità e la competitività delle stessa aziende, come hanno sottolineato gli interventi di Giovanni Vietri Presidente Comitato Scientifico del Progetto SFC:FIM, Ivano Boragine responsabile del Progetto SFC:FIM, collegato, in videoconferenza, con la segreteria tecnica del MURST (Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica) ed Emilo Bellini esperto di innovazione e di piccola impresa. La formazione professionale, come ha dichiarato l’Assessore Regionale al Lavoro e alla Formazione Professionale Leo Orsini, “sarà al centro della programmazione della Regione, con un occhio di riguardo alla domanda ed alle necessità dele imprese”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi