Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaFerdinando Di Orio è il nuovo Rettore dell’Università dell’Aquila

Ferdinando Di Orio è il nuovo Rettore dell’Università dell’Aquila

L’Università dell’Aquila ha un nuovo Rettore.

Al prof. Luigi Bignardi succede il prof. Ferdinando Di Orio che di fatto assumerà il mandato solo ad ottobre. Al primo va il nostro ringraziamento per la collaborazione e l’attività svolta in felice accordo e profonda intesa con il mondo dell’impresa, al secondo l’augurio di buon lavoro. Ecco chi è Ferdinando Di Orio.

Professore Ordinario di Igiene generale e applicata (Settore Scientifico-Disciplinare MED/42) Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di L’Aquila. Eletto Rettore per il triennio 2004-2007. Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di L’Aquila nel periodo 1988-1994 e dal giugno 2001. Senatore della Repubblica Italiana, XII – XIII Legislatura. Membro del Consiglio Universitario Nazionale (CUN) dal 1979 al 1986 eletto per due mandati. Dal 1986 al 1991 nominato dal Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro nello stesso Consiglio e componente del Comitato di Medicina e Chirurgia. Membro del Consiglio Superiore della Sanità dal 1992 al 1996. Coordinatore del dottorato di Ricerca in Medicina Preventiva e Sanità Pubblica. Direttore della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell’Università degli Studi dell’Aquila. Direttore del Centro di Programmazione ed Economia Sanitaria dell’Università degli Studi dell’Aquila. Membro della European Association for the study of science and technology (EASST). Presidente della Società Italiana di Statistica Medica (SISM). Membro della Società Italiana di Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (Siti). Ha pubblicato oltre 200 lavori nei campi dell’epidemiologia, della medicina preventiva e della sanità pubblica, con particolare riferimento all’identificazione dei determinanti delle epatopatie croniche, all’analisi epidemiologica dei problemi di salute alcol-correlati anche in relazione alla valutazione delle strategie preventive e degli interventi riabilitativi.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi