Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiFara San Martino. Delverde presenta le sue iniziative “green” al Sial di Parigi

Fara San Martino. Delverde presenta le sue iniziative “green” al Sial di Parigi

A Parigi per ribadire la sua vocazione green: Delverde si presenta all’appuntamento con il Sial, il Salone Internazionale dell’Alimentazione (da sabato 19 a giovedì 23 ottobre) con due progetti nati dalla collaborazione con importanti realtà abruzzesi, e ispirati alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente, principi che da sempre guidano la filosofia aziendale del pastificio di Fara San Martino.

Particolarmente interessante è il progetto “Packaging Verde”, che riguarda lo studio e lo sviluppo di un imballo “ecosostenibile” in collaborazione con l’azienda abruzzese Ico-Industria Cartone Ondulato nell’ambito del Polo di Innovazione Agire (AGroIndustria Ricerca Ecosostenibilità). L’iniziativa ha già visto una prima fase di analisi, studio e di progettazione, e nelle prossime settimane vedrà l’avvio dei primi test.

Il cuore del programma è rappresentato dal tema dell’eco-innovazione, già da tempo oggetto di interesse da parte delle due aziende coinvolte e ora rilanciato con l’implementazione di questo progetto che mira in particolare al contenimento delle pressioni ambientali, reso evidente e misurabile soprattutto attraverso la riduzione di emissioni di CO2, durante tutto il ciclo di vita dell’imballo: sia nei processi produttivi della ICO (in termini di produzione di carta e cartone, di utilizzo di acqua e di energia, nonché nella fase del trasporto) sia nel processo logistico della Delverde, fino allo smaltimento finale o al riciclo.

Il secondo studio, condotto in collaborazione con il Crab (Consorzio di Ricerche Applicate alla Biotecnologia) di Avezzano, riguarda l’acqua purissima di sorgente, che Delverde attinge in profondità e impasta con le migliori semole nel processo produttivo: le analisi evidenziano che si tratta di un’acqua oligominerale e batteriologicamente pura. Ciò consente di introdurla nel processo di pastificazione senza alcun pre-trattamento e senza alcuna clorazione o stoccaggio, con numerosi vantaggi sul prodotto finito. Ed è da queste basi che si sta approfondendo la ricerca per indagare come le caratteristiche di tipo organolettico e chimico-fisico dell’acqua incidano sulla qualità della pasta alimentare e per valorizzare sempre di più il prodotto finale.

“La nostra azienda, per il suo stesso nome, e per il fatto di essere l’unico pastificio ad avere sede in un parco naturale e di utilizzare un’acqua dalle caratteristiche eccezionali, ha tutto il diritto di appropriarsi della veste green che sta caratterizzando l’economia – spiega Luca Ruffini, Ceo Delverde – nel nostro dna, dunque, sono già insiti i valori della ecosostenibilità, e il nostro obiettivo per il futuro è sicuramente quello di promuoverli e comunicarli sempre meglio, per andare incontro alle esigenze di un consumatore sempre più sensibile a queste tematiche. Non dimentichiamo che siamo stati anche i primi, già diversi anni anni fa, a lanciare la pasta integrale bio, che oggi in molti ci copiano, e che continua a darci soddisfazioni importanti con crescite del 30-35% sia in Italia sia all’estero”.

Print Friendly, PDF & Email