Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 29-11-2006

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 29-11-2006

Fabio Spinosa Pingue

Il Piano di Sviluppo Rurale 2007/2013 rappresenta uno strumento indispensabile per ridisegnare il volto del sistema agroalimentare abruzzese, attualmente contraddistinto da due insiemi: uno diventato adulto che sta sul mercato, che si confronta quotidianamente con esso; l’altro, quello rurale, strettamente zootecnico e agricolo, ancora troppo fragile che svolge principalmente una funzione di presidio del territorio, che necessita  ancora di sovvenzioni, di integrazioni al reddito ma, soprattutto, di una spinta  professionalizzante. Un sistema formato da due insiemi che, purtroppo, non dialogano tra loro, non progettano, non sinergizzano.

Un plauso va al metodo della concertazione portato avanti dall’Assessore Verticelli, ma non posso non evidenziare il fatto che per il Piano siano stati sentiti e risentiti gli agricoltori, ma non anche gli operatori della distribuzione, sia grande che piccola, e del catering, entrambi anello strategico per la filiera agroalimentare abruzzese, in quanto parte di importanti network nazionali ed europei. L’occasione sarebbe stata propizia perché i due mondi, parti di uno stesso sistema, potessero dialogare.

Confindustria crede che tutto il P.S.R. abruzzese debba essere intriso di misure che stimolino  una  contaminazione e un forte dialogo tra i diversi stakeholders del mondo agroalimentare,  affinché l’insieme che sa stare  sul mercato “contamini” l’altro insieme. Progetti e accordi di filiera, eventi,  programmi di  commercializzazione possono  favorire lo “stare insieme” a progettare e ideare in funzione di quello che solo il mercato  chiede. 

 

Fabio Spinosa Pingue

Presidente

fabio@pingue.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi