Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 24-03-2006

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 24-03-2006

Fabio Spinosa Pingue

Riequilibrio territoriale, ripopolamento delle zone interne, rivitalizzazione dei centri montani, sviluppo del turismo.

Si può, se ci si mettesse finalmente a lavorare, anziché perdersi in facili promesse elettorali,  nei meandri dei percorsi burocratici, o nel contraddittorio politico, ridotto ormai ad una dannosa opposizione a tutto, al solo remare contro, alla dialettica del no.

Lavorare. Questa è la parola d’ordine. Lo sanno Susanna e Paolo Baldi che a Rocca Calascio (Gran Sasso aquilano), vivono con cinque figli ed una impresa familiare che, da sola, è riuscita a ridare vita all’insediamento più alto di tutto l’Appennino. Un ristorante caratteristico, 40 posti letto, gite guidate, tutto esaurito nei mesi dello sci alpinistico. Turismo dall’Alto Adige, Austria, Svizzera e Germania: gruppi nutriti di appassionati che arrivano e restano per giorni. A Rocca Calascio non si trova più un rudere: tutto venduto, ma a gente di fuori. L’albergo diffuso, che a S. Stefano di Sessanio è in fase di avvio (un pescarese di origini scandinave ha investito fior di capitali per portare avanti il progetto nell’adiacente comune), è l’idea dei Baldi, che si stanno muovendo per spingere anche sull’organizzazione di eventi culturali (quattro negli ultimi mesi), motore funzionante di quel turismo allargato che ricomprende anche le gite o la cena fuori porta.

Eppure, nonostante le declaratorie, questi gruppi di turisti la metà delle volte arrivano e… se ne rivanno. Perché la strada che da Castel del Monte porta a Fonte Vetica (siamo a Campo Imperatore) è puntualmente interrotta: a togliere la neve c’è un solo automezzo, e il transito non si riapre finché il lavoro non è completamente finito,  per ragioni di sicurezza.

Qui si arresta la voglia di fare impresa. Qui si arresta l’Abruzzo.

Info: www.roccacalascio.it , 338/8059430

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi