Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 18-09-2006

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 18-09-2006

Fabio Spinosa Pingue

Che Repubblica si sia occupata di come l’Abruzzo sperperi i propri soldi, e che Radio 24 si sia presa la briga di intervistare il Governatore Del Turco sugli stessi argomenti non è certo un merito. Un po’ impacciate le risposte del Governatore, e non poteva essere diversamente, quando l’intervistatore gli ha chiesto come mai la nostra regione, con un numero di abitanti sei volte inferiore a quello della capitale, abbia ben 6 enti gestori della risorsa idrica, a fronte dell’unico consorzio esistente nella capitale. La risposta, un po’ vaga e politichese, ha lasciato spazio affinché chi ascoltava la trasmissione trovasse da solo una motivazione facile: pagare indennità di carica, gettoni di presenza, consulenze, assumere parenti e amanti…

Il riordino delle acque con una unica Ato, così come preannunciata dall’assessore Srour, e solo successivamente sostenuta dal Presidente del Turco, è una soluzione giusta quanto obbligata: in tutto il mondo, infatti, l’acqua è una risorsa, solo in Abruzzo è un costo. E pure alto. Società e sottosocietà per la gestione del patrimonio idrico, del patrimonio pubblico, per la manutenzione, per i rifiuti, ecc.. una slot machine nella quale i contribuenti mettono i soldi e qualcun altro gioca e vince.

Plauso all’Assessore, senza dubbio, ma che non si fermi alle dichiarazioni di intenti. Adesso la Giunta deve avere coraggio e mettere mano ad un serio sfoltimento degli apparati burocratici: unico Ater, un’unica A.s.l., unico consorzio di bonifica, unico consorzio industriale, e così via… verso la Città Regione.

 

Fabio Spinosa Pingue

Presidente

fabio@pingue.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi