Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 15-11-2006

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 15-11-2006

Fabio Spinosa PingueE’ fuor di dubbio, piaccia o no agli Ordini professionali, che la mancanza di libera concorrenza nel settore delle professioni intellettuali è la causa principale del declino delle professioni e della conseguente espansione sul territorio delle società professionali d’opltralpe. L’esperienza dei paesi del commow low, sicuramente più ferrata, foss’altro perché più datata, offre innumerevoli prove del fatto che la categoria dei professionisti debba avvertire come un’opportunità, e non come un limite, la possibilità di costituirsi in società. Ad oggi, invece, il professionista italiano si trova nell’imbarazzante situazione di operare in un mercato fortemente concorrenziale, aperto alla presenza straniera, senza avere i mezzi per affrontarlo: lavorare da soli è come andare alla guerra con le armi spuntate. Ma dubito che la gran parte dei ns. professionisti sono consapevoli che siamo in guerra. E non mi riferisco a quella che si combatte in Iraq…

Mi viene da pensare che continua a tornare a galla l’ancestrale diffidenza nei confronti delle imprese – in Italia avvertite più come potenziali truffatrici che come produttrici di benessere – diffidenza per la quale, nella fattispecie precipua, le società si risolverebbero in un semplice schermo dietro il quale mascherare la responsabilità personale, e aggirare il sistema di garanzie approntato in favore dei fruitori della prestazione.

A decidere la qualità della stessa non è, e non sarà mai, la presunta garanzia paludata da un Ordine o da un Albo.

La verità, purtroppo, è che una riforma in questa direzione stenta a decollare solo perché tocca le lobby potenti. Potenti con i governi di qualsiasi colore.

 

Fabio Spinosa Pingue

Presidente

fabio@pingue.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi