Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 14-03-2006

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 14-03-2006

Fabio Spinosa Pingue

Cento anni fa nasceva la Reginella d’Abruzzo e non credo che Paolo e Venanzio D’AMICO, che allora la fondarono, pensassero che sarebbe andata all’Università.

Eppure… tant’è stato!.Vorrei che non fosse un caso isolato, e che ad un secolo di distanza passasse il messaggio che l’impresa per crescere deve legarsi all’Università, dove la ricerca, l’innovazione e l’internazionalizzazione hanno casa (o, almeno, dovrebbero).

Paolo D’Amico, uno dei discendenti di Venanzio e del nonno Paolo, guida l’azienda casearia sulmonese da oltre dieci anni e ha capito che per crescere bisogna fare innovazione di prodotto e di processo. Così, da subito ha iniziato con una convenzione con la facoltà di Ingegneria dell’Aquila per il controllo di gestione: ottimizzazione dei tempi e dei costi, gestione delle risorse umane, controllo dei risultati, aumento della marginalità… insomma, tutto un altro modo di fare impresa.

Per essere imprenditore, oggi, non bastano capacità di problem solving e voglia di intraprendere, ci vogliono anche conoscenze e preparazione specifica su singoli aspetti, per i quali è necessario ricorrere a figure specializzate. Ho scoperto che l’Università non è più il mostro sacro di un tempo – mi dice Paolo – e, anche se con qualche esitazione, ho raccolto l’occasione offertami dalla Confindustria dell’Aquila. Ne sono pienamente soddisfatto. La prossima mossa sarà l’innovazione, per la quale abbiamo già delle idee su cui lavorare, e subito dopo l’accesso ai mercati esteri.

Gli credo. Vorrei che fosse un esempio per tanti altri in questo arretrato Abruzzo.

 

Fabio Spinosa Pingue

Presidente

fabio@pingue.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi