Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 09-05-2007

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 09-05-2007

Fabio Spinosa Pingue

Nessuno di Confindustria voleva veramente il referendum: raramente decidiamo di sperperare il denaro pubblico. Ma ne abbiamo sostenuto le ragioni ritenendo che lo spauracchio di un referendum avrebbe indotto la classe politica a qualche riflessione un pochino più avanti. E tanto è stato, visto che adesso ci troviamo finalmente a ragionare su un nuovo sistema di voto proporzionale e sulla riforma di tre importanti leggi costituzionali: riduzione del numero dei parlamentari a 400 per la Camera e a 200 per il Senato fin dalle prossime elezioni; premio di maggioranza nazionale anche in Senato che scatta solo se si supera il 40 per cento dei seggi acquisiti; abbassamento dell’età dell’elettorato attivo (18 anni) e passivo (25 anni) al Senato.

Insomma, una riforma elettorale che unifichi tutti i diversificati sistemi di voto tra regioni, province, comuni ci ha sempre visto concordi, non v’è dubbio.

Che dire poi della riduzione delle spese elettorali che verrebbero assegnate ai partiti nella misura di ben 770 miliardi per le elezioni? Sarebbe quanto mai opportuno riconoscere un rimborso commisurato alla portata elettorale di ciascuno schieramento, in luogo dell’attuale regime che distribuisce denaro pubblico nelle tasche di tutti i più piccoli partiti, a prescindere dalla portata reale della loro rappresentanza.

Anche per l’elezione alla Camera dei Deputati accogliamo favorevolmente l’idea di  abrogare la quota proporzionale del 25%, eleggendo il 75% dei deputati con il sistema uninominale ed il restante 25% con il recupero dei candidati non eletti che abbiano ottenuto più voti.

 

Fabio Spinosa Pingue

Presidente

fabio@pingue.it

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi