Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 03-05-2006

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 03-05-2006

Fabio Spinosa PingueL’Italia uscita dalle ultime elezioni ha avuto un destino in gran parte segnato dai Senatori a vita: Cossiga 78 anni, Scalfaro 87, Colombo 86, Montalcini 97, Pininfarina 79, Andreotti 87, Napoletano 80. Non è un caso, forse, visto che, insieme a Svezia e Giappone, abbiamo il primato della longevità. Ma sarà questo a giustificare la carica degli ottantenni al potere?

Suppongo di no, direi che l’Italia gerontocratica è e resta un’anomalia laddove ad avere le mazze in mano c’è solo una classe dirigente, sempre la stessa, cioè quella ottuagenaria e quella che ha fatto lo sviluppo economico degli anni ’60, la generazione di Romano Prodi, per essere chiari. Manca, ed è qui il fatto strano, una classe dirigente più giovane, che ha studiato per diventarlo, così come accade negli altri paesi occidentali. Molti dei nostri politici arrivano senza passare per una selezione meritocratica operata all’interno delle università che, soprattutto nei paesi anglosassoni, sono un vero filtro. In Italia, invece, abbiamo Bankitalia e basta, perché nessun altro luogo forgia politici “professionisti”. Non è questione di “mala tempora currunt”, quanto di non voler porre le basi per una rinascita.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi