Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaEuropa: Nokia taglia 4mila posti e va in Asia

Europa: Nokia taglia 4mila posti e va in Asia

La domanda da farsi è ora questa: quanti telefonini riuscirà a produrre Nokia in Asia nel corso dei prossimi anni? E il quesito ha ragion d’essere alla luce del piano della casa finlandese di spostare progressivamente nel corso di quest’anno in Far East le attività di produzione ed assemblaggio, mossa che prelude al quasi totale ridimensionamento di ben tre impianti – Komarom, in Ungheria, Reynosa, in Messico e Salo, in Finlandia – e al taglio di circa 4mila posti di lavoro.

L’operazione, trova fondamento nelle parole di Niklas Savander, uno degli executive vice president di Nokia, che motiva lo spostamento della produzione in Asia, e quindi più vicino ai fornitori dei componenti dei telefoni, con l’obiettivo di migliorare non solo il “time to market” dei prodotti della compagnia ma anche la competitività della stessa. Una questione di supply chain più che di costi del personale a quanto sembra, ma è chiaro che l’impatto degli stipendi dei lavoratori di Malesia, Thailandia Taiwan e Cina è sicuramente inferiore a quello di chi lavora in una fabbrica europea (tanto più finlandese).

Nokia, in ogni caso, non fa altro che allinearsi ai modelli operativi perseguiti dalle sue rivali, Apple ovviamente in testa, che hanno delegato in toto alle Foxconn della situazione l’assemblaggio dei propri prodotti. Le intenzioni della compagnia, ha detto ancora Savander, non sono comunque quelle di dismettere completamente le tre unità interessate dalla riorganizzazione e per chi perderà il posto c’è la promessa di un supporto economico e dell’aiuto necessario per trovare una nuova occupazione in loco.

Il taglio è comunque pesante – e segue quello annunciato lo scorso settembre che porterà entro il 2012 all’eliminazione di 3.500 addetti con la chiusura del sito di Cluj in Romania e delle attività commerciali a Bonn in Germania e a Malvern negli Stati Uniti – e accompagna il produttore alla vigilia del Mobile World Congress di Barcellona. Dove è atteso il debutto, ed anche questa è di fatto una notizia confermata, di un nuovo apparecchio di fascia alta basato su piattaforma Windows Phone.

Fonte: il sole24ore

Print Friendly, PDF & Email