Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaDa Piazza 100 a Piazza 100 Hub: coesione sociale e creazione di nuovi leader e cittadini attivi

Da Piazza 100 a Piazza 100 Hub: coesione sociale e creazione di nuovi leader e cittadini attivi

La centesima piazza è quella che non c’è, e che ora è virtuale: un insieme coordinato di partecipazioni provenienti dalla scena urbana che si muovono attraverso la rete, tra social e siti, allo scopo di favorire scambi di idee, di progetti e di confronto partecipativo sulla piazza virtuale.

Ma non finisce qui, perché alla piazza virtuale ne seguirà una reale, specchio della prima, che verrà collocata nel Parco del Castello: Piazza 100 Hub.

Innovazione sociale (come sviluppare competenze nel settore), rigenerazione urbana (come progettare una Smart City), e Comunità attiva partecipazione dei cittadini sono i 3 tavoli su cui si sono mossi i relatori oggi 7 maggio 2015  al Salone della Ricostruzione dell’Aquila, Sala Comune dell’Aquila.

Nicola Trifuoggi e Massimo Cialente

Nicola Trifuoggi e Massimo Cialente

In apertura hanno parlato il vice sindaco, con delega alla Smart City, Nicola Trifuoggi e l’assessore alla Partecipazione Fabio Pelini.

Anche se l’evento di oggi era finalizzato alla presentazione del portale “Piazza 100” e al relativo Concorso, il progetto in realtà è in corso avanzato e l’aspetto più rilevante è la “volontà di sviluppare nuove competenze sociali attraverso la CREAZIONE DI LEADER all’interno della comunità, capaci a loro volta di generare altri CITTADINI ATTIVI”.

“Piazza 100 è nato dal progetto di Città Intelligente, avviato 4 anni fa da un protocollo di intesa tra il Comune dell’Aquila e l’Enea tramite il finanziamento del Miur, con l’obiettivo di attivare la SMART COMMUNITY, cioè la COESIONE SOCIALE – hanno detto Mauro Annunziato e Claudia Meloni in rappresentanza dell’Enea. Per questo abbiamo messo in campo 4 AZIONI CONCRETE DI LABORATORIO, cioè di natura sperimentale, finalizzate alla riproduzione su ampia scala del modello testato all’Aquila:

– Risparmio energetico attraverso la sperimentazione di una gestione intelligente eseguita in 2 scuole del Torrione dell’Aquila, una media e una elementare

– Navetta elettrica che ha eseguito rilevazioni sulla qualità dell’aria e sulla fattibilità economica attraverso la quantificazione delle capacità di fruizione del mezzo da parte dell’utenza

– Illuminazione con lampioni led a gestione remota su via Strinella: serve a regolare l’intensità della luce a seconda della necessità rilevata in strada

– Smarteyes: si tratta della PRIMA REALIZZAZIONE ESEGUITA IN ITALIA, in pratica abbiamo collocato 5 occhi intelligenti posizionati su tutto il periplo del centro storico per calcolare l’intensità del traffico nelle diverse fasce orarie del giorno e della notte. Tra i led e gli occhi si arriva ad un risparmio di circa il 75%: il 50 con i led e il 25 con gli occhi

da sx, Mauro Meloni, Fabio Pelini, Licia Galizia, Massimo prosperococco

Da sx, Mauro Meloni, Fabio Pelini, Licia Galizia, Massimo Prosperococco

Oggi oltre alla presentazione ufficiale della SMART COMMUNITY abbiamo reso pubblico anche il CONCORSO dedicato all’Aquila e finalizzato sempre alla creazione di coesione sociale: tutti possono inviare foto oppure video di 1 minuto relativi a 3 sezioni: ‘da dove veniamo, chi siamo, dove andiamo’ ”.

“Abbiamo lavorato e continuiamo a farlo con oltre 10 associazioni, cittadini e gente comune – ha precisato Massimo Prosperococco dell’Università dell’Aquila, comprese Move Yur City impegnata sulla mobilità urbana e il Comitato L’Aquila Digital”.

“Con i nostri Laboratori siamo stati riconosciuti come Scuola Museo dal Mibac che nel 2012 ci ha censito nel volume ‘Luogo del contemporaneo in Italia’ – è dichiarato Licia Galizia alla platea. I Laboratori servono ad accendere la capacità di condivisione dell’atto creativo, anche le biblioteche condivise hanno lo stesso scopo: si tratta di carrelli contenenti libri incatenati ai muri e fruibili da chiunque: sul muro possono essere annotate le proprie emozioni. Realizzeremo anche delle targhe per ogni evento emotivo, celebrazione di ciascuna interiorità anziché di un evento collettivo o pubblico. Tutti i lavori confluiranno in una mostra permanente”.

Tutto è su www.comune.laquila.it, alla sezione smart city.

 

Print Friendly, PDF & Email