Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeCrescita del territorio è miglioramento della competitività delle aziende e del benessere dei lavoratori Fondimpresa Abruzzo fa formazione continua

Crescita del territorio è miglioramento della competitività delle aziende e del benessere dei lavoratori Fondimpresa Abruzzo fa formazione continua

di Francesco De Bartolomeis

 

L’Abruzzo ha bisogno di competenze per guadagnare soddisfacenti livelli di competitività. Motore dello sviluppo sono in primis le risorse umane; deve crescere l’impegno che le aziende riservano alla formazione ed aggiornamento dei propri dipendenti. Dall’inizio del 2007 è entrata a regime l’azione di Fondimpresa, il fondo interprofessionale paritetico nato con l’obiettivo di promuovere la formazione continua di operai, impiegati e quadri per una larga parte di aziende italiane. Già dal 2004 una quota rilevante delle risorse derivanti dal contributo dello 0,30% viene trasferita periodicamente dall’Inps a Fondimpresa. L’OBR, organismo bilaterale per la formazione in Abruzzo, è diventato la struttura regionale di Fondimpresa presieduta da Antonio Cappelli, Direttore di Confindustria L’Aquila.

 

Presidente, la sfida dei Fondi Interprofessionali per la formazione continua è ormai partita. Cos’è Fondimpresa e come funziona?

I fondi interprofessionali per la formazione continua sono basati su una solida strategia bilaterale, ossia sul valore aggiunto della condivisione delle competenze delle associazioni datoriali e delle organizzazioni sindacali dei lavoratori, per impostare e dare vita a un progetto comune di crescita del territorio, nel senso di miglioramento sia della competitività delle aziende che del benessere dei lavoratori. Dal 1978 le imprese versano , spesso senza rendersene conto, automaticamente all’Inps lo 0,30% di tutto il monte salari dei lavoratori. Questa quota ha rappresentato per anni una cifra considerevole alla quale il Ministero del Lavoro ha attinto per sostenere degli interventi solo in parte collegati all’obiettivo della formazione. Dal 2004 le Imprese possono invece decidere di far confluire tali risorse ai Fondi Interprofessionali. Fondimpresa (costituito da Confindustria, CGIL, CISL e UIL) è il più grande Fondo per la formazione continua in Italia con un peso pari al 47% del totale dei Fondi Interprofessionali italiani. Infatti, ogni anno raccoglie circa 160 ML di euro per le attività di formazione destinate alle aziende aderenti. Con ben 50.000 aziende aderenti, Fondimpresa rappresenta a livello nazionale 2.700.000 lavoratori. In Abruzzo sono invece circa 650 le Imprese aderenti rappresentative di 37.000 lavoratori. Fondimpresa ha un funzionamento molto snello: accantona tramite l’ INPS nel conto individuale di ciascuna azienda aderente, denominato “conto formazione”, una quota pari al 70% del contributo obbligatorio dello 0,30% delle retribuzioni dei propri dipendenti.

Le risorse finanziarie che affluiscono nel “conto formazione” sono a completa disposizione dell’azienda titolare, che può utilizzarle per fare formazione ai propri dipendenti nei tempi e con le modalità che ritiene più opportuni, sulla base di Piani formativi aziendali o interaziendali condivisi dalle rappresentanze delle parti sociali.

 

Quali sono i vantaggi che Fondimpresa assicura alle Imprese aderenti?

Fondimpresa pone rimedio ad un aspetto assolutamente negativo della Legge nazionale 236/93, ossia la lunga tempistica, sia di valutazione dei progetti formativi che di erogazione delle risorse, inaccettabile per le aziende che devono costantemente aggiornare le competenze delle risorse umane per rimanere competitive su un mercato in continua evoluzione. In molti casi oltre dodici mesi dopo la presentazione dei progetti presentati a valere sulla L. 236 è stata determinata la graduatoria delle attività ammesse e finanziabili, delle ammesse e per ora non finanziabili e dei progetti respinti. Fondimpresa non funziona così: c’è un tempo predefinito di soli trenta giorni per far conoscere l’esito dei progetti presentati. A ciò si aggiunge l’estrema flessibilità e trasparenza di utilizzo delle risorse accantonate sul conto formazione: non esistono importi minimi di progetto, non esistono bandi e termini temporali per la presentazione dei piani formativi. Il tutto va nella direzione di dare “certezze” alle imprese e lavoratori con l’obiettivo di rispondere tempestivamente e con efficacia ai fabbisogni formativi.

 

L’Organismo Bilaterale Regionale d’Abruzzo è diventato l’articolazione territoriale di Fondimpresa. Quale ruolo riveste?

Fondimpresa garantisce il meccanismo oggettivo dell’automaticità nella valutazione grazie alla presenza di “antenne” sul territorio; Fondimpresa Abruzzo compie una prima verifica di ammissibilità dei progetti formativi presentati attraverso la propria tecnostruttura e assicura la effettiva realizzazione dei progetti presentati a valere sulle risorse accantonate dalle Imprese. Il nostro compito è quello di stimolare una progettualità adeguata alle reali esigenze formative del territorio; proprio per questo periodicamente promuoviamo delle analisi dei fabbisogni delle imprese di tutta la nostra regione. Fondimpresa Abruzzo ha promosso negli ultimi anni piani formativi a carattere regionale utilizzando i fondi messi a disposizione da Fondimpresa dal cosiddetto “conto di sistema”, ossia quelle risorse utilizzabili per finanziare progetti territoriali, settoriali o di filiera. Il famoso progetto P.I.S.T.E. si è concluso positivamente con la formazione di circa mille lavoratori. Allo stato attuale stiamo promuovendo un ulteriore piano formativo, sempre a carattere regionale, denominato F.A.C.I.L.I.T.A. che coinvolgerà ulteriori mille lavoratori di aziende abruzzesi che hanno aderito a Fondimpresa. Vorrei infine rinnovare l’invito alle imprese abruzzesi non ancora aderenti al Fondo di cogliere le opportunità formative che Fondimpresa offre formalizzando l’adesione entro il prossimo 30 novembre.

 

 


Corsi di formazione Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

 

L’Organismo Paritetico Provinciale, costituito in seno a Confindustria L’Aquila con le rappresentanze sindacali CGIL, CISL e UIL, ha organizzato per novembre un corso destinato ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, destinato alle Aziende della provincia dell’Aquila.

Il programma formativo, la cui obbligatorietà è sancita dall’art. 22 del D. Lgs. 626/94, è di 8 moduli di 4 ore ciascuno per un totale di 32 ore distribuite su 4 giornate.

L’organizzazione e la realizzazione dei corsi di formazione è stata affidata alla società di servizi di Confindustria L’Aquila O.S.A. S.r.l. che opera in stretto coordinamento con l’Organismo Paritetico per garantirne qualità e rispondenza agli obiettivi.

 

 

E’ stato anche stabilito che il corso si terrà nei giorni 06/11/07 – 08/11/07 – 13/11/07 – 15/11/07 (orari 9-13; 14-18) presso la sede di Confindustria L’Aquila.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi