Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoCorropoli, inaugurato centro alta scuola Asl

Corropoli, inaugurato centro alta scuola Asl

”Affinche’ la sanita’ abruzzese possa riqualificarsi in termini di reputazione, non sono importanti solo la qualita’ del personale medico, infermieristico e tecnico ed il potenziamento delle tecnologie diagnostiche ma anche la formazione continua del personale sanitario. In questa ottica si spiega l’attenzione che meritano strutture come questa di Corropoli”. Lo ha detto, questa mattina, in localita’ Ripoli di Corropoli (Teramo), il presidente della Regione Abruzzo, e Commissario ad acta per la Sanita’, Gianni Chiodi, in occasione dell’inaugurazione di CASA, il Centro di Alta scuola aziendale della Asl di Teramo. Si tratta di un progetto reso possibile grazie anche all’impegno del Comune di Corropoli e del Consorzio aprutino per la salvaguardia delle Opere d’arte che hanno messo a disposizione della Asl di Teramo una struttura pubblica scarsamente utilizzata nel corso degli anni. Il CASA ospitera’, ogni anno, almeno un centinaio di corsi di formazione dell’azienda sanitaria teramana e di altre aziende sanitarie abruzzesi. ”Compito della Regione – ha rimarcato il capo dell’Esecutivo regionale – non e’ tanto quello di gestire l’economia, che e’ globalizzata e quindi e’ indipendente dalle decisioni e dai provvedimenti che un qualsiasi Governo regionale possa prendere o meno, ma quello di incidere sulla qualita’ del sistema sanitario. Infatti, in sanita’, tutto dipende dalle scelte compiute dalla classe dirigente”. ”Ma qui dobbiamo fare tutti un mea culpa – ha proseguito Chiodi – poiche’ se l’Abruzzo, andando in default, e’ arrivato ad essere considerata la Grecia dell’Italia, non e’ solo per colpa dei politici ma anche a causa di un sistema che ha pensato per troppo tempo di poter distribuire incarichi, prebende e privilegi secondo la logica dell’orticello. Oggi, pero’ – ha assicurato il Governatore – le cose stanno cambiando e stiamo cercando di ricostruire una sanita’ dignitosa.

Condizione imprescindibile per recuperare una buona reputazione”. Chiodi ha altresi’ posto l’accento sulla necessita’ che la macchina amministrativa e organizzativa della sanita’ sia la piu’ rapida ed efficente possibile: ”Secondo un recente monitoraggio, sugli 80 milioni di euro assegnati agli ospedali abruzzesi, risulta impegnato solo il 5% di queste risorse e questo e’ un dato che va assolutamete migliorato”.

”Tuttavia – ha concluso – per raggiungere un tale obiettivo, e’ necessario che le professionalita’ impegnate in questo ambito siano adeguatamente formate e questa sede e’ estrememente funzionale a tali finalita”’.

 

Print Friendly, PDF & Email