Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaConfesercenti Abruzzo: più turismo su Costa Teatina

Confesercenti Abruzzo: più turismo su Costa Teatina

“L’Abruzzo deve investire di più sul turismo natura e, dunque, sui due nuovi parchi nazionali costieri, quello della Costa Teatina e quello del Cerrano”: è l’appello della Confesercenti Abruzzo,

 

che ha presentato oggi i dati, raccolti dal proprio Centro studi, sul peso economico del turismo nei due territori. Secondo tali dati, i due parchi costieri rappresentano “una grande azienda” con più di 4 mila lavoratori ed almeno 14 mila nell’indotto.
Sempre, stando all’indagine, il valore aggiunto prodotto dal turismo e dal suo indotto si attesta sul 20%. Per il direttore regionale della Confesercenti, Enzo Giammarino, bisogna prendere atto dei dati ed “imboccare la strada giusta nel momento in cui il mercato chiede proprio più natura e sostenibilità”. “Nel 2012 – fa presente – si prevede un giro d’affari mondiale per il turismo natura di 473 miliardi di dollari e per quello italiano una crescita del 4%, con un fatturato che supererà gli 11 miliardi di euro: ogni giorno che sfugge per i nostri due nuovi parchi è un’occasione persa”.
Per il direttore regionale della Confesercenti, in Abruzzo dunque “non c’é bisogno di petrolio”, ma di investire per fare crescere una fra le principali industrie, quella del turismo. Giammarino rivolge, pertanto, un appello per la perimetrazione del Parco della Costa Teatina, i cui termini scadranno il 30 settembre.
“L’Abruzzo – sottolinea – non ha bisogno di un altro commissario e per questo vanno immediatamente insediati tavoli specifici”. Anche il presidente di Assoturismo-Confesercenti, Daniele Zunica invita le istituzioni a mobilitarsi affinché si completi l’iter di istituzione della Costa Teatina e “perché i due nuovi Parchi nazionali costieri possano in sinergia presentarsi sui mercati internazionali”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi