Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaCOMUNICATO STAMPA SARA’ NIKO ROMITO L’UOMO DI CAPRI 2007 PER I GIOVANI IMPRENDITORI DI CONFINDUSTRIA L’AQUILA

COMUNICATO STAMPA SARA’ NIKO ROMITO L’UOMO DI CAPRI 2007 PER I GIOVANI IMPRENDITORI DI CONFINDUSTRIA L’AQUILA

Scovare e mettere sotto i riflettori le eccellenze, i talenti  di una delle aree più suggestive e al contempo poco conosciute della regione Abruzzo. E’ questo l’obiettivo dei Giovani Imprenditori della provincia dell’Aquila che, per il tradizionale convegno di Capri, hanno scelto un paio di iniziative ragionate e mirate. Una sarà portare Niko Romito come “personaggio 2007”  che segue  Walter Mazzetti del 2006 e Giacinto Siciliano del 2005.

Chef originario dell’altopiano delle Cinquemiglia è rimbalzato sulle vetrine del mondo con la prima  stella della prestigiosa guida Michelin dove ha condotto alla ribalta la cucina abruzzese, portando a casa titoli di tutto rispetto: secondo al campionato mondiale di San Sebastian, insegnante nella scuola tempio di Gualtiero Marchesi e in tre laboratori francesi, di cui uno al Museo del Louvre, menzione sulle Guide dell’Espresso, servizi su quasi tutti i quotidiani nazionali, testimonial della campagna Educational Tour promossa dal Consorzio per la tutela dello zafferano dell’Aquila, nomina tra i Jeunes Restauratuers d’Europe.

Della cucina non ha fatto solo un’arte ma un’impresa, dimostrando che il mercato internazionale seleziona, è vero, ma per qualità; che il “turismo della tavola” è fatto di intenditori, di persone esigenti che distinguono la classe e lo stile, cercano la tradizione e la tipicità, i sapori antichi e genuini e che, per questi motivi, possono ben scegliere l’Abruzzo.

Fare impresa significa conoscenza, organizzazione, voglia e coraggio di rischiare, mettersi in gioco in casa e oltre confine con la prontezza per imparare e osare.

Il suo ristorante, il Reale di Rivisondoli, “fa i numeri” delle presenze turistiche e, se nella nostra terra avesse visto la luce quel distretto enogastronomico di cui Confindustria L’Aquila propose la realizzazione  un paio d’anno or sono, apparterrebbe ad un sistema industriale di cui sarebbe un eccellenza. Ben altra sarebbe stata la sua capacità di attrazione di nuove iniziative, di trasferimento della conoscenza e di creazione di indotto.

Insomma, la scelta dell’“uomo di Capri 2007” vuole dimostrare a tutti che di spazio per fare l’imprenditore ce n’è: basta puntare sulla qualità.

A margine della “nomina” di Niko, un’altra iniziativa è tesa alla valorizzazione dei talenti di casa nostra: l’acquisto di un  quadro, assunto come “immagine” dell’edizione Capri 2007 dei Giovani Imprenditori Abruzzesi.

Si tratta della tela di due giovanissimi  artisti di Sulmona, Claudio Pagone, classe 1975, e Alessandro Ponticelli, classe 1976,  apprezzati in Italia e all’estero che lavorano in tandem.

La contaminazione tra arte, cultura,  e impresa è ormai un’aspirazione storicizzata per i Giovani della “Presidenza Spinosa”, che vedono l’arte come l’impresa: nasce, cresce, ed è una nuova continua opportunità per il territorio. Nulla di straordinario, ma tutto straordinario. L’arte può produrre ricchezza alla pari dell’azienda e, come essa, deve attingere ai due fattori della managerialità e della professionalità. L’impresa, a sua volta, deve apprendere a fondo quanto sia depositaria della crescita morale e sociale,   e  della cultura del bello e dell’estetica,  della collettività tutta.

La tela resterà in dotazione al Comitato Regionale dei Giovani e rappresenta  il germe per  la  costruenda pinacoteca.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi