Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaCipe assegna finanziamenti per ricostruzione, 469 milioni per accelerare ricostruzione

Cipe assegna finanziamenti per ricostruzione, 469 milioni per accelerare ricostruzione

Si e’ svolta oggi la terza seduta del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica del Governo Renzi, presieduta dal Presidente del Consiglio. Il Comitato ha assegnato in via definitiva 469 milioni di euro circa per accelerare la ricostruzione di immobili privati in Abruzzo colpiti dal sisma del 2009, sulla base delle risorse stanziate dal decreto-legge n. 43/2013 e dalla legge di stabilita’ n. 147/2013. Della somma complessiva, 269 milioni circa sono destinati alla citta’ de L’Aquila, 168 milioni per gli altri comuni del cratere e 32 milioni per i Comuni fuori cratere. La ripartizione tiene conto dello stato di utilizzazione delle risorse gia’ assegnate a tal scopo, nonche’ degli ulteriori fabbisogni emersi. Inoltre ha approvato l’assegnazione di 11,2 milioni di euro per le spese obbligatorie di assistenza alla popolazione colpita dal sisma, da destinare al contributo di autonoma sistemazione (assistenza gratuita presso strutture private e pubbliche e contratti di locazione).

In materia di infrastrutture strategiche, il Comitato ha:

· approvato con prescrizioni misure di defiscalizzazione all’Asse autostradale Pedemontana Lombarda per riequilibrare il Piano economico-finanziario (PEF). Il Cipe si e’ espresso su conforme parere del Nucleo di consulenza per l’attuazione delle linee guida per la regolazione dei servizi di pubblica utilita’ (NARS) con talune prescrizioni . L’ammontare delle misure agevolative fiscali da riconoscere e’ pari a 349 milioni di euro in valore attuale complessivo (IRES, IRAP e IVA) per il periodo di applicazione 2016/2027.

· udito un’informativa circa la rimodulazione del quadro economico della Linea C della Metropolitana di Roma, a seguito una di variante richiesta dai Vigili del fuoco, dell’aumento dell’IVA al 22%, della revisione della voce collaudi, e dell’esito di un lodo arbitrale. La rimodulazione delle nuove voci non altera il tetto di spesa previsto per il tracciato fondamentale” dell’opera (Clodio/Mazzini a Pantano, incluso il deposito Graniti) che si mantiene a 3.739,86 milioni di euro. Le nuove spese trovano copertura con l’utilizzo delle somme appostate sulle voci “imprevisti” e altri accantonamenti.

· formulato parere positivo sullo schema di atto aggiuntivo alla Convenzione unica tra ANAS S.p.A. e Milano Serravalle-Milano tangenziali S.p.A. e sull’aggiornamento del relativo Piano economico finanziario, a seguito della scadenza del periodo regolatorio. Nell’aggiornamento e’ stato introdotto tra l’altro un nuovo intervento che consente l’accesso al centro intermodale di Segrate.

Il Comitato ha anche:

· espresso parere favorevole alle modifiche apportate all’XI Allegato infrastrutture al Documento di economia e finanza (DEF) 2013, relativo al Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) per gli anni 2014-16, a seguito dell’intesa della Conferenza Unificata Stato Regioni. · preso atto della modifica dei soggetti aggiudicatori di due opere strategiche, che ora risultano essere la Regione Basilicata per l’intervento “Schema idrico Basento – Bradano”, relativo al tronco di Acerenza (distribuzione 3° lotto) e RFI S.p.A. per la “variante di Cannitello” della linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria. · Il Comitato ha dato parere favorevole ai Contratti di Programma e di Servizio tra ENAV e Ministero delle infrastrutture e trasporti, il Ministero dell’economia e delle finanze, il Ministero della difesa per gli anni 2010-2012 e 2013-2015. Si tratta di atti necessari per la procedura di privatizzazione in corso. In particolare il piano degli investimenti 2013-2015 prevede investimenti in autofinanziamento per complessivi 579 milioni di euro circa, piu’ altri 63 milioni qualora vengano concessi i relativi “finanziamenti esterni”.

Relativamente all’Accordo di programma sulla messa in sicurezza del sito di bonifica di interesse nazionale di Piombino e per la riconversione e riqualificazione dell’area industriale sottoscritto in data 24 aprile 2014 e considerata l’importanza dell’iniziativa, che ha immediati riscontri su un territorio soggetto a uno stato di profonda crisi industriale ed occupazionale, il CIPE ha individuato ulteriori fonti di finanziamento, per complessivi 20 milioni di euro, finalizzati principalmente allo sviluppo delle attivita’ di smantellamento, manutenzione e refitting delle navi militari.

Nell’ambito della Legge 211/1992 che disciplina interventi nel settore del trasporto rapido di massa, il Cipe ha autorizzato il Comune di Verona a utilizzare per il sistema filoviario a guida vincolata parte delle economie di gara per coprire maggiori oneri relativi a varianti per circa 7 milioni di euro.

Il Comitato ha espresso parere favorevole sulla compatibilita’ con i documenti programmatori vigenti base all’articolo 128 del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 dei programmi triennali delle opere pubbliche 2014 – 2016 delle Autorita’ portuali di Augusta, Civitavecchia, Marina di Carrara, Napoli, Olbia e Golfo Aranci, Ravenna, Salerno, Savona e Taranto che prevedono complessivamente la realizzazione di 185 interventi per circa 2,9 miliardi euro, di cui 775 milioni nel solo 2014

Relativamente al Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), il Comitato ha:

· preso atto della riprogrammazione del Piano Attuativo Regionale (PAR-FSC 2007-2013) della Regione Liguria. Le risorse previste si sono ridotte da 342,1 milioni di euro a 302,8 milioni. Inoltre vengono ridefinite alcune priorita’ a favore di interventi per la viabilita’ e le infrastrutture danneggiate da alluvioni e per il miglioramento dell’offerta sanitaria.

· approvato l’aggiornamento dell’elenco relativo ad alcune infrastrutture stradali nella Regione Basilicata e delle relative coperture finanziarie a carico del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) 2007-2013, di cui alla delibera n. 62/2011. · assegnato in via definitiva di 2 milioni di euro per il 2014 a favore dell’Istituto di studi filosofici e dell’Istituto di studi storici di Napoli, nella misura di 1 milione a favore di ciascuno (in base all’art. 1, commi 8 e 43, della legge di stabilita’ 2014). L’assegnazione per l’anno in corso riveste carattere di urgenza per assicurare nell’immediato la prosecuzione delle attivita’ di ricerca e formazione di rilevante interesse pubblico svolte dai due Istituti.

Inoltre sono stati assegnati in via programmatica 1 milione di euro all’anno per il 2015-2016 per ciascuno dei due Istituti.

Il Comitato ha approvato la proposta del Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca di assegnare risorse del Fondo integrativo speciale della ricerca (FISR) per: · 3,116 milioni di euro alla Fondazione IDIS – Citta’ della Scienza per il progetto “Citta’ della scienza 2.0: nuovi prodotti e servizi dell’economia della conoscenza”, incentrato sulle tecnologie per i beni e le attivita’ culturali; · 11 milioni di euro alla “Fondazione della Conferenza dei Rettori delle Universita’ italiane (CRUI)” per il progetto “PhD ITalents”, con i quali si intende agevolare l’inserimento lavorativo dei dottori di ricerca anche in aziende e amministrazioni pubbliche.

Il Comitato ha approvato il definanziamento del Contratto di Programma “Societa’ Consortile Melilli Group S.c. a r.l.”, operante nelle attivita’ di lavorazione del pescato, a causa della riduzione degli investimenti previsti al di sotto della soglia minima prevista dalla legge. Le agevolazioni revocate a carico dello Stato, di circa 35 milioni di euro, verranno utilizzate per la compensazione di precedenti riduzioni di spesa decisi per legge e per alimentare il Fondo per la crescita sostenibile per circa 5,4 milioni di euro.

Il Comitato ha esaminato anche le relazioni per il 2013 del Sistema di monitoraggio per gli investimenti pubblici – Codice unico di progetto (MIP-CUP) e dell’Unita’ tecnica finanza di progetto (UTFP), ai fini della trasmissione al Parlamento. Infine il Comitato ha differito al 31 dicembre 2014 il termine per l’affidamento dei lavori relativi delle misure di riqualificazione e messa in sicurezza delle istituzioni scolastiche statali, per le quali ha gia’ assegnato 400 milioni di euro il 30 giugno 2014, al punto 1.6 della delibera n. 22/2014 in corso di perfezionamento e che recepira’ il nuovo termine.

 

Print Friendly, PDF & Email