Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, via Verde: botta e risposta su fondi per pista ciclopedonale

Chieti, via Verde: botta e risposta su fondi per pista ciclopedonale

Botta e risposta fra il Partito Democratico e il Presidente della Provincia di Chieti sulla pista ciclopedonale della Via Verde dei Trabocchi. Nodo del contendere, i fondi Fas e gli interventi sulle aree dismesse dalle Ferrovie per il tratto da Ortona a San Salvo “La passata amministrazione provinciale guidata dal centrosinistra ha messo in cantiere il progetto di rigenerazione della Costa Teatina con l’intento di pianificare gli interventi sulle aree dismesse dalla ferrovie e di realizzare direttamente la pista ciclopedonale da Ortona a San Salvo con i Fondi FAS che la Regione mettera’ a disposizione”. A ricordarlo, in una nota, e’ il consigliere del Pd della Provincia di Chieti, Tommaso Coletti. “Non aveva previsto di acquistare le aree o di farle acquistare dai comuni, anche perche’, a parte la mancanza di disponibilita’ di risorse, il Governo con D.L. 112 del 2008, convertito con legge 133/2008, all’art.58, ha disposto che i Comuni e le Province devono dismettere il patrimonio immobiliare non utilizzato per le competenze istituzionali. L’acquisto delle aree dismesse e delle ex stazioni ferroviarie non rientrano nei fini istituzionali degli enti locali. Per questo la passata amministrazione provinciale – dice Coletti – aveva previsto, con l’accordo dei comuni interessati, di predisporre la pianificazione urbanistica ed economica sul territorio, lasciando al pubblico o al privato di concretizzare gli interventi nel rispetto appunto del piano. La pista invece sarebbe stata realizzata direttamente dalla provincia sul sedime della ex ferrovia con un progetto gia’ redatto dal costo complessivo di circa 40 milioni di euro”.
“E’ vero che i vincoli imposti da un regolamento comunitario limitano al 10% l’utilizzo dei fondi FAS per l’acquisto delle aree dismesse dalle Ferrovie ma tale ostacolo, che stiamo cercando di superare, non pregiudica la realizzazione della pista ciclo pedonale nell’ambito della Via Verde della Costa dei Trabocchi”. Lo afferma il Presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio a proposito dell’allarme che si e’ generato circa il futuro della Via Verde della Costa dei Trabocchi. “L’azione della Provincia non si blocca – prosegue il Presidente Di Giuseppantonio – andiamo avanti con il progetto per avviare i lavori dei primi lotti della pista ciclopedonale gia’ deliberati, fra cui quello di Vasto. Posso assicurare ai cittadini che l’avvio della realizzazione dell’opera ci sara’, e contiamo di metterla in cantiere all’inizio del prossimo anno; e che sul problema dell’acquisizione delle aree sono in corso una serie di contatti con Rete Ferroviaria Italiana e Ministero dell’Economia, mentre con i Comuni e’ stata attivata un’intensa azione di coordinamento che ha l’obiettivo di mantenere attiva la valorizzazione di tutte le aree dismesse, nonostante i vincoli comunitari. Sono fiducioso – prosegue Di Giuseppantonio – anche alla luce degli ulteriori tre milioni di euro che la Giunta regionale ha destinato a questo progetto e che in ogni caso saranno utilissimi per portare avanti la realizzazione della pista ciclo pedonale. Quella che si apre oggi – conclude il Presidente – e’ una settimana molto importante e delicata per i contatti e gli incontri che si terranno al fine di trovare una soluzione positiva: spiace che qualcuno, di fronte alle difficolta’ che pure esistono e che certo non hanno creato ne’ la Provincia, ne’ i Comuni ne’ la Regione ne’ gli altri soggetti coinvolti, abbia voluto ridurre a chiacchiere e propaganda un’iniziativa che va avanti da alcuni anni. E che, ne resto convinto, e’ in grado di rivitalizzare il turismo e produrre occupazione”.

Print Friendly, PDF & Email