Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti: “strade a rischio per buco nel bilancio? Provincia si contraddice”

Chieti: “strade a rischio per buco nel bilancio? Provincia si contraddice”

“Nei giorni scorsi il presidente della provincia di Chieti ed il suo vice Antonio Tavani delegato ai lavori pubblici ed alla viabilita’, hanno rappresentato una grave situazione di crisi economica e finanziaria dell’Ente, minacciando, tra l’altro, di chiudere al transito parte delle strade provinciali del territorio”. A parlare e’ il consigliere provinciale del Pd, Tommaso Coletti secondo il quale “queste affermazioni sono in contraddizione con i numeri del bilancio di previsione 2012, gia’ approvato dalla Giunta provinciale e che andra’ in discussione per l’approvazione definitiva al prossimo consiglio provinciale con il parere favorevole del collegio dei revisori dei conti.
Sul documento contabile e’ prevista una spesa per investimenti di 115.443.520,35 euro molti dei quali destinati ad interventi di viabilita’. E’ necessario suonare lo stesso spartito – proseue Coletti – non si puo’ sostenere una tesi a chiacchiere e poi proporre il contrario con i documenti ufficiali, altrimenti si continua a creare confusione nei cittadini che attendono servizi qualificati da parte di un Ente su cui il giudizio, oggi, non e’ proprio entusiasmante”. Inoltre, aggiunge l’ex assessore alla viabilita’ Antonio Tamburrino, “sarebbe opportuno che l’attuale assessore alla viabilita’,Antonio Tavani, si preoccupasse di aprire i cantieri relativi alle opere progettate e finanziate dalla passata amministrazione per un importo di oltre venti milioni di euro”.
“E’ una ulteriore dimostrazione di confusione e di contraddizione, sottolinea il capogruppo PD Camillo D’Amico, confusione e contraddizione che hanno fortemente contraddistinto questa amministrazione. Mai un riscontro tra le cose dette e la realta’ dei documenti! Un’ Amministrazione provinciale fortemente condizionata dalla destra dello schieramento politico, conclude D’Amico, che nei tre anni di amministrazione ha solamente tentato di scaricare su altri la propria incapacita’ di programmare e realizzare interventi a favore del territorio di riferimento”.

Print Friendly, PDF & Email