Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, responsabilità sociale d’impresa: alla Camera di Commercio nasce SobriaMENTE

Chieti, responsabilità sociale d’impresa: alla Camera di Commercio nasce SobriaMENTE

E’ stato presentato stamattina, presso la sede della Camera di Commercio a Chieti Scalo, il progetto SobriaMENTE Impresa Socialmente Responsabile.

L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Luca Romano Onlus di Chieti a cui ha aderito successivamente la Camera di Commercio di Chieti intende contraddistinguere le imprese che intraprendono un percorso di responsabilità sociale negli ambiti della sicurezza sul lavoro, della tutela della salute del dipendente, con particolare attenzione all’uso/abuso di alcol in ambienti lavorativi.

Dopo l’introduzione di Antonio Romano, patron della Fondazione, la presentazione del progetto è stata affidata ad Annalisa Di Matteo della Fondazione Luca Romano Onlus che ha rappresentato gli svantaggi che le imprese incontrano nella gestione dei lavoratori che fanno abuso di alcool in termini di assenza nei luoghi di lavoro e di infortuni.

Il progetto è iniziato nel 2012 con un corso di formazione per consulente antinfortunistico e stress da lavoro correlato che possa accompagnare le imprese verso una politica di prevenzione.

Silvio Di Lorenzo, Presidente dell’Ente camerale, ha ringraziato la Fondazione per il lavoro svolto finora: l’abuso di alcool è un problema reale dentro e fuori i luoghi di lavoro. La Camera di Commercio si impegna a promuovere il progetto verso le imprese e le associazioni di categoria che sono già sensibili al tema della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Le imprese devono seguire non solo le norme ISO tradizionali (ambiente e sicurezza), ma anche la SA8000 sulla certificazione etico-sociale. Su questo la Camera di Commercio, ha continuato Di Lorenzo, con lo Sportello sulla Responsabilità Sociale di Impresa, ha già fatto molto negli anni ed ancora continuerà a fare, anche nelle scuole, per favorire la nascita di una consapevolezza sui temi etico-sociali nelle nuove generazioni.

Giorgio Pardi, Presidente della Fondazione Luca Romano Onlus, ha rimarcato l’impegno della Fondazione sul tema sia della prevenzione che del recupero delle persone che abusano di alcool, molti di questi giovani. L’impegno della Fondazione è quello di coinvolgere sempre di più la società civile, le istituzioni locali a sostenere le attività della Fondazione che hanno l’obiettivo di generare cultura della responsabilità. A tal proposito, ha sottolineato Pardi, abbiamo avuto l’adesione al progetto di Valoreimpresa Abruzzo, associazione di professionisti per le imprese, che promuoverà il progetto tra i propri iscritti. Tommaso Di Muzio, di Valoreimpresa, intervenendo all’incontro, ha sottolineato come l’impegno della Fondazione Luca Romano e di Valoreimpresa porterà il progetto ad attraversare l’Adriatico, per esportare tale “modello” collaborativo in Serbia. All’incontro è era presente, difatti Roberto Veraldi, Console della Repubblica di Serbia con giurisdizione per l’Abruzzo.

Antonio Romano della Fondazione, in chiusura, ha sottolineato come l’adesione al progetto, ora in fase di candidatura ad un progetto nazionale, è patrocinato dall’INAIL di Chieti e, soprattutto, le diverse iniziative promosse dalla Fondazione (SobriaMENTE, Olimpiadi della Vita, Biennale d’Arte e Cultura) sono sotto la supervisione di un prestigioso Comitato dei Saggi composto dall’Arcivescovo di Chieti-Vasto Bruno Forte, dal Prefetto di Chieti Rocco De Marinis e dal Rettore dell’Università G.D’Annunzio, Carmine di Ilio. Ora tocca alle aziende aderire e a breve inizieranno incontri itineranti con le imprese per la presentazione del progetto e delle opportunità che offre.

Per informazioni sul progetto:
Fondazione Luca Romano Onlus
Tel. 0871071473-339449783

SCHEDA PROGETTO SOBRIAMENTE

Il progetto SobriaMENTE, impresa socialmente responsabile, si inserisce nell’ambito della strategia nazionale di responsabilità sociale d’impresa, (Governo Italiano Piano Nazionale 2012/2014) che pone l’attenzione sull’importanza di una crescita sostenibile inclusiva e stabile, basata sulla lotta alla povertà il rispetto dei diritti umani, del lavoro e dell’ambiente.
La responsabilità sociale, allo stesso tempo, si presenta come una politica aziendale che può rispondere alle necessità di innovazione, occupazione lavorativa, efficienza dell’utilizzo delle risorse che la crisi economica internazionale ha messo in discussione, rivoluzionando i precedenti modelli del fare impresa.
Responsabilità sociale di impresa significa attuare una nuova azione aziendale che evidenzi l’importanza dell’impresa nella società e sulla gestione responsabile delle attività economiche quale veicolo di creazione di valore, a mutuo vantaggio delle imprese, dei cittadini e delle comunità.
Oggi le politiche aziendali non possono più prescindere dal relazionarsi con le esigenze degli attori del proprio territorio, quelli che in abito di CSR, vengono chiamati gli stakeholders. Dunque, l’azienda, facendosi portatore degli interessi degli stakeholders, sarò un’impresa maggiormente competitiva in termini di gestione del rischio,riduzione dei costi, accesso al capitale, relazioni con i clienti, gestione delle risorse umane e capacità di innovazione, poiché può prevedere e meglio rispondere alle aspettative della società e anticipare le trasformazioni dei contesti in cui opera differenziandosi, prioritariamente attraverso l’innovazione, rispetto agli altri concorrenti internazionali e accedendo, in questo modo, a nuove risorse, nuovi mercati e a nuove prospettive di crescita.

Il progetto SobriaMENTE, impresa socialmente responsabile, si sviluppa all’interno di uno degli ambiti ribaditi dalle prime linee guida europee sulla CSR che è quello della sicurezza sul lavoro.
Il progetto nasce per proporre un’azione concreta in merito alle attuali normative vigenti sulla sicurezza sul lavoro in relazione alle conseguenza negative dovute all’abuso della sostanza in ambito lavorativo, quali, aumento di assenze dal lavoro (3-4 volte superiori); 40% dei cambiamenti del posto di lavoro con un’ aumentata possibilità di licenziamento; riduzione progressiva della capacità lavorativa” (dopo 7 anni di abuso-dipendenza perdita del 15%, dopo 11 anni perdita del 50%, dopo 14 anni perdita del 75%); “aumento del rischio di infortuni; rilevanti costi sociali ed economici.

Grazie al contributo e sostegno dell’INAIL che ha confinanziato il nostro progetto Alcol e Lavoro, formazione di nuove figure professionali, SobriaMENTE inserisce nel contesto lavorativo la figura del Consulente Antifortunistico e antistress, creando nuovi posti di lavoro. Il Consulente, che opera in sinergia con le figure professionali previste dalla Legge 81 e sue modifiche o integrazioni, senza interferire con esse, è una figura intermedia fra quelle previste dalle Leggi vigenti e consente di osservare, monitorare, coinvolgere, informare e formare, i soggetti che, a causa di sopravvenute sollecitazioni sociali, famigliari ed altre, sono a rischio e potrebbero usare/abusare di sostanze alteranti la psiche. Percorso che dopo breve permanenza in un mondo illusorio, conduce alla distruzione fisica e psichica del soggetto.
Le imprese che aderiranno al Progetto, “Impresa Socialmente Responsabile”, verrà concesso in uso il marchio registrato SobriaMENTE. Essa è un’impresa che si prende cura della vita e della tutela del suo dipendente e di conseguenza della sua famiglia, attraverso una attenta analisi dei suoi bisogni e delle sue necessità o problematiche. Così facendo, l’impresa innesca un processo di miglioramento dello stato lavorativo dei propri dipendenti, favorendo una maggiore produttività e un maggiore impegno del lavoratore sul lavoro.
Un dipendente, aiutato e supportato, è un lavoratore in grado di produrre, di non mancare alle sue responsabilità .
Allo stesso tempo, l’impegno dell’impresa in tale ambito, è supportato da diversi incentivi:
a seguito della formazione antinfortunistica prevista, poiché questo migliora lo stato psico/fisico, l’INAIL consente la riduzione del tasso assicurativo, tenuto conto il rapporto S/P;
tutte le Imprese partecipanti potranno esporre il marchio “SobriaMENTE” e beneficiare dei servizi di assistenza finanziaria (secondo le leggi vigenti) assistenza al managemet (Università degli studi G. D’Annunzio) e formazione antinfortunistica (Università degli studi G. D’Annunzio)
COMMUNITY WEB:
Area di dialogo e cooperazione tra le Imprese Aderenti
Link pubblicitario sul sito web della Fondazione
Per i datori di lavoro e i dipendenti:
CENTRO DI ASCOLTO: (come da Carta dei Servizi)
ascolto, assistenza e orientamento e coinvolge i dipendenti in attività artistico – culturali:
convegni, su alcol e lavoro
dibattiti, su sicurezza

Print Friendly, PDF & Email