Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, provincia traccia bilancio 2012

Chieti, provincia traccia bilancio 2012

Questa mattina i gruppi di centrosinistra, attualmente all’opposizione, della Provincia di Chieti hanno tracciato un bilancio dell’attività dell’Ente provinciale dell’anno 2012.
“Quest’anno – ha detto il capogruppo del Pd, Camillo D’Amico – l’attività dell’Ente provinciale è stata avvelenata dal riordino delle Province. Noi siamo fermamente convinti che il riordino deve essere contestuale a tutto il panorama istituzionale la cui organizzazione costa troppo per i cittadini e spesso non rispecchia le loro preferenze. Siamo per la permanenza delle Province che si occupano della gestione dell’area vasta.
Il sistema d’elezione, se le Province resteranno, per noi deve essere ad elezione diretta e non tramite i Consigli Comunali come si stava preventivando. Vogliamo che chi governa gli Enti sia scelto dal cittadino elettore. Per lo sviluppo economico questa Provincia ha fatto poco o nulla. Abbiamo fatto delle proposte alle quali abbiamo dato anche delle risposte per uno sviluppo omogeneo del territorio per agire con incisività sui problemi. L’amministrazione pensa ad investire così tanto sull’automotive quando si potrebbero impegnare le risorse dei Fas in maniera diversa per lo sviluppo economico del territorio. Noi abbiamo due porti, quello di Vasto e quello di Ortona, che spesso vengono messi in contrapposizione, invece andrebbero messi in sinergia perché hanno caratteristiche diverse e si potrebbero completare a vicenda. Per noi puntare sull’automotive sa un po’ di remoto. La Provincie deve recuperare quello che gli è stato forzosamente sottratto da qualche rappresentante regionale”.
Francesco Rapino per cityrumors

Print Friendly, PDF & Email