Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti: provincia promuove Fattorie Sociali

Chieti: provincia promuove Fattorie Sociali

 

La Provincia di Chieti vuole promuovere le Fattorie Sociali, ovvero quelle aziende agricole che hanno quale finalità l’inserimento lavorativo delle persone che appartengono alle fasce più deboli della società:

è il messaggio partito questa mattina (giovedì 10 novembre) dal convegno sul tema “Fattorie sociali, un’opportunità di crescita”, organizzato dall’assessore provinciale alle Politiche sociali, Gianfranca Mancini, e svoltosi nella sala consiliare della Provincia a Chieti. Sul piano normativo, attualmente in Abruzzo si registra una legge regionale, di cui si sta ancora stilando il regolamento attuativo che intende promuovere e sostenere questa realtà, con la possibilità anche di attrarre finanziamenti europei. Il convegno è stata l’occasione per promuovere e diffondere a livello locale la cultura dell’agricoltura sociale, una realtà che realizza diversi obiettivi, da quelli di inclusione sociale a quelli di risposta al fabbisogno di lavoro da parte delle fasce svantaggiate quali disabili, anziani, ex detenuti, ex tossicodipendenti nel contesto della produzione agricola vera e propria. «Voglio costituire un forum delle Fattorie Sociali – ha detto l’Assessore Mancini – perché si tratta del primo passo per implementare la nascita di questo tipo di realtòà: si tratta di mettere insieme le tante competenze che esistono in questo settore e costituire un tavolo tecnico che ci permetta di arrivare ad aprire una Fattoria Sociale anche in provincia di Chieti».«Si tratta di un particolare settore, un faro della speranza – lo ha definito il Presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantomio – che dovrebbe creare una rete forte di solidarietà, un circuito virtuoso di enti e aziende che vorremmo venisse alla luce anche nella nostra provincia. Oggi lanciamo un messaggio e soprattutto vogliamo dire che la Provincia di Chieti crede nelle fattorie sociali e che fara’ la sua parte per favorirne la nascita e il radicamento sul territorio».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi