Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti. Prefetture, non c’è un elenco di quelle da chiudere: ma il Comitato cittadino mantiene lo stato d’allerta

Chieti. Prefetture, non c’è un elenco di quelle da chiudere: ma il Comitato cittadino mantiene lo stato d’allerta

Non c’è un elenco delle Prefetture da chiudere: questa la rassicurazione, giunta qualche giorno fa, dal Governo. Un sospiro di sollievo per i tanti territori, Chieti e Teramo su tutti, che già avevano sentore di un accorpamento o soppressione con, rispettivamente, Pescara e L’Aquila.

Ma il Comitato cittadino chietino annuncia di voler mantenere lo stato d’allerta.

“Il Comitato cittadino – spiega il coordinatore Giampiero Perrotti – seppure fiducioso per queste prime, positive notizie, ritiene comunque che lo stato di allerta debba essere mantenuto fino a quando non saranno stati adottati provvedimenti ufficiali che cancellino definitivamente il contestato schema di provvedimento e l’accluso elenco che, anche se a quanto si sostiene non sarebbe stato formalizzato, di fatto esiste, come hanno sottolineato e continuano giustamente a ribadire i sindacati di categoria del personale interessato ai quali va tutto l’appoggio e la nostra solidarietà”.

Una prima verifica di quale peso abbiano gli impegni assunti a rivedere il contestato schema di DPR sarà in occasione dell’assemblea nazionale convocata dai sindacati confederali presso il Viminale, il 30 ottobre prossimo. All’incontro sono stati invitati sindaci e parlamentari delle 23 province interessate; il Comitato ha chiesto di poter partecipare con una propria delegazione.

Il sindaco di Chieti, intanto, ha dichiarato pubblicamente la propria soddisfazione: “Sono molto contento che la “ragione delle comunità” abbia prevalso sulla “ragioneria di Stato” – le parole di Di Primio – La Prefettura di Chieti rimarrà a Chieti grazie alla sinergia creata con il consiglio comunale di Chieti e con i parlamentari NCD abruzzesi”.

Print Friendly, PDF & Email