Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti-Pescara. Confindustria alla Regione: “Opportuno indicare le priorità di intervento per produrre nuove iniziative e servizi per le imprese”

Chieti-Pescara. Confindustria alla Regione: “Opportuno indicare le priorità di intervento per produrre nuove iniziative e servizi per le imprese”

Il Presidente di Confindustria Chieti Pescara Gennaro Zecca ha indirizzato una missiva al Presidente della Regione D’Alfonso e all’Assessore Lolli volta ad evidenziare le priorità di intervento per produrre nuove iniziative e servizi più efficienti in favore delle imprese.

Talune questioni paiono avviate alla soluzione, pur nella assoluta consapevolezza che la scarsità di risorse finanziarie consente poco margine di manovra.
“Indicare delle priorità”, per Zecca, “è un nostro preciso interesse, per indirizzare le risorse verso interventi a maggiore ritorno di investimento”.

“Nel corso di recenti incontri da noi avuti con il dr. Sutti, Presidente del Collegio Liquidatori del
Consorzio, abbiamo avuto modo di avere conoscenza ed apprezzare le numerose attività avviate sia
nel perseguire l’obiettivo di risolvere le criticità finanziarie ed organizzative dell’Ente sia per produrre
nuove iniziative e servizi più efficienti in favore delle imprese.” afferma Zecca.
“In una lettera del luglio scorso la nostra organizzazione aveva indicato al Collegio talune delle
principali esigenze rappresentateci dai nostri associati proprio in tema di efficienza della struttura che
di infrastrutture e servizi.
Talune questioni paiono avviate alla soluzione, pur nella assoluta consapevolezza che la scarsità di
risorse finanziarie consente poco margine di manovra.
Tuttavia, proprio per tale ragione, riteniamo che indicare delle priorità sia un nostro preciso interesse,
per indirizzare le risorse verso interventi a maggiore ritorno di investimento.
La prima questione che proponiamo sia affrontata riguarda la disponibilità di banda larga nei vari
agglomerati ed in primis nella Valpescara; non occorre sottolineare l’importanza del servizio, ben
nota al Governo regionale che in tal senso sta agendo in favore soprattutto delle aree interne: ma
certamente si tratta di servizi ancor più indispensabili a sostegno della produzione industriale.
Una seconda priorità riguarda il completamento infrastrutturale dell’agglomerato di Ortona
Tamarete, con la soluzione della questione legata alla depurazione delle acque ed il completamento
dell’asse viario centrale che porta allo Stabilimento Alimonti, la cui ripresa di attività è di queste
settimane.
Sempre per completare le infrastrutture essenziali occorre anche ultimare le opere di urbanizzazione
dell’agglomerato Remartello di Loreto Aprutino.
Si tratta di interventi che non richiedono grandi risorse economiche ma che, una volta realizzati,
renderebbero le aree interessate sicuramente più appetibili a nuovi insediamenti e darebbero una
concreta risposta alla domanda di servizi delle imprese che con difficoltà resistono alle crisi ed alle
turbative di mercato.
A tale proposito torniamo a sottoporre alla vs attenzione la questione dei canoni per i servizi
consortili, applicati in modo diseguale nei vari agglomerati industriali regionali e fuori da una logica
di corrispondenza ai servizi effettivamente erogati. In altri termini le imprese si trovano in diversi casi a
dover sottostare ad imposizioni spesso sovrapposte a quelle degli enti locali (es: TASI) senza
beneficiare di alcun servizio specifico, né dall’uno né dall’altro ente. “

Print Friendly, PDF & Email