Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti. Opere pubbliche: accelerazione sulla Fondo Valle Sangro, opera finanziata con 120 milioni dal decreto Sblocca Italia

Chieti. Opere pubbliche: accelerazione sulla Fondo Valle Sangro, opera finanziata con 120 milioni dal decreto Sblocca Italia

Il presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso, ha convocato e chiesto a tutti gli enti coinvolti dalla progettazione dell’opera SS.652 “Fondo Valle Sangro”, nel tratto compreso tra la stazione di Gamberale e la stazione di Civitaluparella, di “produrre con sollecitudine i pareri di competenza, propedeutici alla convocazione della conferenza dei servizi”, fissata nella riunione di oggi a Pescara, per il 2 settembre. Si tratta, come spiega lo stesso D’Alfonso di “un’attivita’ di accompagnamento che l’Ente regione svolge verso gli Enti territoriali coinvolti, gia’ sollecitata dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, allo scopo di realizzare pienamente l’opera finanziata con il decreto ‘Sblocca Italia’ con 120 mlioni di euro”. Il completamento dell’itinerario, di importanza strategica per l’Abruzzo, richiede la realizzazione del tratto intermedio che attualmente ha un’estensione complessiva di 7,4 chilometri. Il tracciato di progetto interessa esclusivamente l’ambito territoriale della regione Abruzzo e, in particolare, i comuni di Gamberale, Pizzoferrato, Quadri e Borrello. Nel corso della riunione, che si e’ appena conclusa nella sede di Pescara, coordinata per conto del presidente D’Alfonso dal segretario particolare, Claudio Ruffini, e’ emersa la piena disponibilita’ degli Enti territoriali a produrre i pareri con largo anticipo rispetto alla conferenza dei servizi del 2 settembre, dalla quale sono attesi i pareri definitivi sul progetto, per procedere, quindi, all’appalto dei lavori. Inoltre e’ emerso che l’Anas, cosi’ come comunicato con idonea documentazione fornita a tutti i soggetti coinvolti, ha variato il progetto originario per ragioni eminentemente geologiche optando, nella localita’ di Pizzoferrato, per una galleria anziche’ per un ponte di collegamento. Ulteriori elementi migliorativi al progetto riguardano una complessiva e maggiore tutela della lontra e l’arretramento, rispetto all’alveo del fiume Sangro, dei pilastri dei viadotto. Nel corso della riunione, infine, e’ stato concordato che nella convocazione della Via, fissata per mercoledi’ prossimo, sia l’Anas per l’aggiornamento del tracciato, e sia il resto degli Enti, si impegnano a fornire ogni documentazione utile all’esito conclusivo della Conferenza dei servizi del 2 settembre.

Print Friendly, PDF & Email