Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti: in 4 anni licenziati 11mila lavoratori

Chieti: in 4 anni licenziati 11mila lavoratori

In provincia di Chieti, in 4 anni di crisi sono stati licenziati 11.189 lavoratori. Questi i dati forniti dalla Uilm-Uil di Chieti. Le cifre, si legge in una nota del sindacato, confermano gli effetti devastanti della crisi iniziata nel 2008, che ha toccato pesantemente tutte le attività economiche e produttive della provincia Chieti. In tutti i settori produttivi della provincia ci sono stati dal 2008 al 2011 complessivamente 11.189 licenziamenti e i lavoratori iscritti nelle liste di mobilità sono: 2.030 nel 2008; 3.024 nel 2009; 3.206 nel 2010; 2.929 nel 2011.

“Con il perdurare della crisi tante aziende metal meccaniche sono “in coma economico e produttivo” a causa della rigidità d’accesso al credito imposto dalle banche e dalla riduzione costante della produzione. Con la crisi le aziende continuano a tagliare i costi fissi licenziando i dipendenti e distruggendo il patrimonio professionale della provincia di Chieti” si legge ancora nel comunicato firmato dal segretario provinciale Nicola Manzi.

“Dai primi giorni di gennaio 2012 nel settore metalmeccanico abbiamo ricevuto richieste di cassa integrazione e procedure di mobilità, in particolare da aziende dell’indotto Honda sulle quali resta alta la nostra attenzione. Questa insicurezza occupazionale crea un notevole disagio sociale, pertanto bisogna fermare i licenziamenti utilizzando tutti i possibili strumenti alternativi”, conclude la nota.

Print Friendly, PDF & Email