Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti. Expo 2015: due aziende della provincia brillano a Milano

Chieti. Expo 2015: due aziende della provincia brillano a Milano

Chieti: con la premiazione dell’agriturismo “La civetta nel camino” di Casoli, si chiude la fantastica esperienza di Expo Milano

Le bellezze e i sapori del territorio Teatino hanno ancora una volta incantato Expo, grazie all’agriturismo “La Civetta nel Camino” della giovane imprenditrice Linda Verratti di Casoli, che ha rappresentato l’Abruzzo nel concorso/convegno “Percorsi e modelli di successo dell’agriturismo italiano: l’eccellenza del settore raccontata attraverso la storia degli operatori”, l’annuale appuntamento organizzato da Coldiretti e Terranostra per valorizzare alcune esperienze agrituristiche più particolari e di successo degli agriturismi della rete di Campagna Amica. Sono stati 11 gli Agriturismi selezionati e premiati tra gli oltre 4500 soci dell’associazione Terranostra in tale ambito. Gli stessi titolari sono stati chiamati a raccontarsi ed a descrivere il loro percorso imprenditoriale e anche Linda Verratti ha raccontato il suo amore per la nostra terra e per i suoi prodotti. La sua azienda, che per la parte agricola Linda conduce con l’aiuto del padre Sergio, è dedita alla produzione, trasformazione di cereali, olive, uva, frutta, ortaggi e all’allevamento di animali di bassa corte che sono poi affidati alla mano esperta dell’Agrichef Giovanna, mamma di Linda,  che li trasforma in prelibatezze da offrire ai pochi e fortunati ospiti dell’agriturismo, mai più di trenta coperti perché, come dice la titolare,” La qualità ha i suoi tempi anche e soprattutto nella preparazione e nella degustazione dei cibi”. La storia di questo giovane agriturismo è affidata oltre che all’indissolubile legame tra cibo e territorio anche ad  una scelta di vita importante, quella di tenere unita tutta la famiglia. Nessuno dei tre componenti veniva dal mondo agricolo: Linda istruttrice di nuoto, la mamma ragioniera, il papà autista di camion su lunghe percorrenze, sentivano tutti e tre la necessità di stare insieme, in sostanza un atto di amore famigliare legato a valori fondanti ma a volte dimenticati, che prevalgono su interessi economici e guadagno. ” Sono particolarmente orgoglioso – afferma Gabriel Battistelli, direttore della Coldiretti di Chieti – di questo riconoscimento a Linda e al suo lavoro che rappresenta una eccellenza ed un esempio per quanti vogliano intraprendere l’attività agricola per costruirsi un futuro. Tra poco si apriranno i bandi per il nuovo Piano di Sviluppo rurale e credo che la storia di Linda possa essere di stimolo ai tanti giovani che si stanno avvicinando al mondo dell’agricoltura. Dietro ogni azienda si nascondono grandi sacrifici, coraggio e passione, la passione – conclude Battistelli – che Coldiretti Abruzzo in questi sei mesi di EXPO ha messo in vetrina con grande successo”.

Ieri, inoltre, si è concluso il complesso e prestigioso incarico che la società Studio Eventi e Congressi di Lanciano, guidata da Rossella Piccirilli, si è aggiudicato per gestire tutti gli eventi organizzati dalla Regione Siciliana ad Expo 2015.

La società frentana per cinque mesi ha avuto l’onore e la responsabilità di organizzare e coordinare un ambizioso progetto di promozione culturale, turistica, ma soprattutto di promozione del business ideato dall’Assessorato alle Attività Produttive siciliano per sfruttare la vetrina mondiale attraverso decine di convegni, workshop, spettacoli, cooking show, e soprattutto incontri d’affari con tour operators e imprenditori cinesi, giapponesi, brasiliani, coreani, cileni, nord europei e dell’Europa orientale.

L’organizzazione è stata resa ancor più complessa dal contesto internazionale di Expo 2015 per cui è stato necessario assicurare per ciascun evento in programma un sistema di traduzioni simultanee in più lingue e coordinare circa 300 voli da tutto il mondo e servizi transfer per garantire l’afflusso e la partecipazione degli speaker, dei tour operators e degli uomini d’affari.

Un lavoro che ha richiesto grande impegno, esperienza ed attenzione sia nel campo dell’organizzazione che nella conoscenza dei complessi aspetti del cerimoniale per l’accoglienza di numerose delegazioni estere e per la firma di due protocolli internazionali con le delegazioni cinese e polacca.

Non sono mancati i momenti di alta rappresentanza della enogastronomia siciliana con due cene di gala organizzate a Palazzo Italia in una delle quali sono stati premiati i migliori cuochi siciliani che operano nel mondo.

Il progetto ha visto l’impiego ed il coordinamento di oltre 160 interpreti e decine di hostess.

Infine una curiosità: a dispetto dei luoghi comuni va evidenziato che l’intero progetto è stato gestito da quattro donne: la Vicepresidente regionale della Regione Siciliana Mariella Lo Bello, l’Assessore alle Attività Produttive Linda Vancheri, la Dottoressa Maria Stassi, Direttore di Sprintsicilia e Rossella Piccirilli.

Print Friendly, PDF & Email