Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, evasione: 1 controllo su 3 rileva irregolarità

Chieti, evasione: 1 controllo su 3 rileva irregolarità

Hanno permesso di accertare irregolarità pari al 30 per cento, i controlli effettuati ieri dalla Guardia di Finanza lungo il tratto di costa della provincia di Chieti che va da Ortona a San Vito Chietino, controlli che nel pomeriggio hanno invece interessato la città di Francavilla al Mare dove si svolgevano le tradizionali sfilate di Carnevale che ogni anno fanno registrare migliaia di presenze. La notizia è stata resa nota a margine della conferenza stampa che il comandante provinciale delle Fiamme Gialle di Chieti, il colonnello Paolo Damata, ha tenuto questa mattina a Chieti per tracciare un bilancio dell’attività svolta durante il 2011. I controlli eseguiti ieri sotto un vero e proprio diluvio hanno riguardato scontrini, ricevute, lavoratoti irregolari e il fenomeno della contraffazione dei marchi: una cinquantina i controlli effettuati, 40 i finanzieri impiegati. Damata ha annunciato che prossimamente ci saranno analoghi controlli a Lanciano e Vasto.
Intanto, la Guardia di Finanza di Chieti ha ricostruito e accertato in un anno di indagini una frode alle imposte sui redditi, all’Irap e all’Iva per l’imponibile pari a circa 7,5 milioni di euro. La frode È stata commessa da una società di Chieti che operava nel campo della vendita di autoveicoli nuovi ed usati, risultata evasore totale. I finanzieri anno ricostruito il reale volume d’affari conseguito dalla società mediante un minuzioso lavoro di ricomposizione della frammentaria documentazione contabile ed extracontabile che hanno rinvenuto e grazie all’incrocio dei documenti acquisiti con i dati in possesso della Finanza. Il verbale di constatazione è stato inviato all’Agenzia delle Entrate i Chieti per il successivo recupero delle somme sottratte all’imposizione fiscale, come previsto dalla normativa di coordinamento tra gli Uffici dell’Amministrazione finanziaria. Il legale rappresentante della società è stato denunciato per reati tributari ovvero la violazione del D.Lgs. n. 74/2000. La Finanza, inoltre, ha inoltrato la proposta di sequestro preventivo dei beni mobili e immobili alla Procura della Repubblica di Chieti.

Print Friendly, PDF & Email