Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, costi politica: il vicesindaco si taglia lo stipendio

Chieti, costi politica: il vicesindaco si taglia lo stipendio

Il vice sindaco di Chieti Bruno Di Paolo, leader del movimento «Giustizia Sociale», ha depositato presso il Protocollo del Comune la richiesta, con effetto immediato, di ridurre del 50% la propria indennità di vice sindaco e di assessore. E ha auspicato che i colleghi vogliano assumere analoga decisione. In tal caso, ha detto, l’Amministrazione comunale potrebbe risparmiare circa 340.000 euro da destinati ad alcune emergenze. «La cifra di 671.518,54 euro, spesa annuale per il 2011 di amministratori e consiglieri comunali di Chieti – ha detto Di Paolo in conferenza stampa – rappresenta per me un dato sconcertante e inaccettabile che, pesando interamente sul già asfittico bilancio comunale, cancella la possibilità non solo di erogare maggiori e più qualificati servizi per la collettività, ma anche e, soprattutto, di assicurare quel minimo supporto a meno abbienti e famiglie in difficoltà purtroppo in aumento».

«Se tutti i miei colleghi di Giunta seguissero il mio esempio, l’Amministrazione riuscirebbe a racimolare 340.000 euro che potrebbero essere destinati a rimpinguare le somme destinate all’emergenza abitativa, molto avvertita a Chieti, e a incrementare i contributi erogati per il pagamento dei canoni d’affitto ad altre 130 famiglie. Il Comune potrebbe, inoltre, offrire un contributo di 10.000 euro una tantum a chi vorrà impiantare un’attività commerciale in città». «Mi auguro – ha proseguito il vice sindaco – che anche altri colleghi vogliano seguirmi assumendo analoga decisione, per dare un segnale concreto di responsabilità. Se così non fosse, significherebbe che per taluni fare politica vuol dire solamente avere privilegi e raccogliere prebende; in tal caso, sarebbe allora opportuno organizzare una raccolta di firme per far loro cambiare idea».
Da Il messaggero

Print Friendly, PDF & Email