Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, Confindustria: omaggio a imprenditori Di Vincenzo e Sideri

Chieti, Confindustria: omaggio a imprenditori Di Vincenzo e Sideri

Ieri, in occasione della riunione di Giunta di Confindustria Chieti, si è tenuta la cerimonia di intitolazione delle sale della prestigiosa sede storica di Larghetto Teatro Vecchio al Cav. Lav. Dino Di Vincenzo e al Cav. Lav. Icilio Sideri.
Oltre cinquanta imprenditori, unitamente ai rappresentati delle famiglie Di Vincenzo e Sideri, hanno reso omaggio a due uomini dalle indiscusse qualità umane e professionali, rievocando le straordinarie doti imprenditoriali ed il loro insostituibile contributo alla crescita economica dell’Abruzzo, della nostra provincia e del nostro sistema associativo. 
“Due uomini eccezionali, al di fuori del comune” afferma Paolo Primavera “che hanno fatto la storia del nostro sistema” e ancora aggiunge “Questo gesto, questi nomi, devono rimanere impressi nei nostri cuori come un segno indelebile di quello che sono stati capaci di costruire. Uomini che con coraggio, sacrificio e determinazione hanno gettato le fondamenta dello sviluppo industriale del nostro territorio”.
Il Cav. Dino Di Vincenzo – socio fondatore di Confindustria Chieti e per 28 anni presidente dell’Ance – nel tempo ha ricoperto con impegno, dedizione ed elevato spirito di servizio le più alte cariche sia nel sistema associativo che all’interno dell’ANCE nazionale.
Il Cav. Lav. Icilio Sideri –  per 18 anni Presidente di Confindustria Chieti – ha contribuito alla crescita della Val di Sangro – cuore pulsante della nostra economia – e ha portato la nostra Associazione ad elevati livelli di rappresentanza.
Delle parole di tutti gli imprenditori e colleghi presenti colpisce maggiormente il ricordo di due grandi uomini di indiscusso valore, che sapevano “fare squadra” mettendo da parte gli individualismi per il bene e la crescita di tutto il sistema, in grado di trasmettere serenità, entusiasmo e spirito di servizio anche di fronte ai gravosi impegni chiamati ad affrontare. 

Print Friendly, PDF & Email