Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, Confartigianato: economia ferma

Chieti, Confartigianato: economia ferma

Tassi d’interesse schizzati alle stelle rispetto a un anno fa, meno finanziamenti alle imprese e una burocrazia ingessata: è quanto emerge da un’indagine dell’Ufficio studi di Confartigianato Chieti riferita all’ultimo scorcio del 2011. Una situazione definita allarmante anche alla luce delle previsioni del Fondo Monetario Internazionale che, per il 2012, parlano di un calo del 2,2% del Pil nazionale. Confartigianato chiede quindi interventi urgenti alla Provincia di Chieti. A preoccupare, prosegue Confartigianato, è lo stato di salute dell’economia provinciale, ferma al palo con imprese che fanno fatica a ottenere finanziamenti convenienti. I tassi applicati dalle banche per prestiti fino a 250 mila euro, fa sapere l’associazione di categoria, hanno raggiunto a dicembre 2011 il 5,28%, l’1,71% in più rispetto al 2010. I finanziamenti alle piccole imprese – quelle con meno di 20 addetti – a novembre erano diminuiti dello 0,3% rispetto a giugno. Confartigianato chiede quindi alla Provincia di Chieti, «bloccata da tempo su tutto quanto concerne impresa ed economia locale», di sbloccare i crediti vantati dalle aziende nei confronti della pubblica amministrazione. «Sollecitiamo poi la pubblicazione del bando annunciato dalla Camera di commercio per sostenere i consorzi fidi teatini – spiega il direttore provinciale Confartigianato Chieti, Daniele Giangiulli, e aggiunge -. È fondamentale, infine, razionalizzare la spesa accorpando i tre Patti Territoriali al pari degli altri enti di emanazione provinciale. Alla Provincia chiediamo quindi di ridurre la burocrazia legata alle autorizzazioni che frenano la competitività delle imprese».Tassi d’interesse schizzati alle stelle rispetto a un anno fa, meno finanziamenti alle imprese e una burocrazia ingessata: è quanto emerge da un’indagine dell’Ufficio studi di Confartigianato Chieti riferita all’ultimo scorcio del 2011. Una situazione definita allarmante anche alla luce delle previsioni del Fondo Monetario Internazionale che, per il 2012, parlano di un calo del 2,2% del Pil nazionale. Confartigianato chiede quindi interventi urgenti alla Provincia di Chieti.

Print Friendly, PDF & Email