Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, Confartigianato e Regione a convegno su “Fare impresa 2”

Chieti, Confartigianato e Regione a convegno su “Fare impresa 2”

Si è tenuto in Provincia a Chieti un convegno sul “Progetto Fare Impresa 2” che prevede la nascita e l’avviamento di imprese attraverso il finanziamento di nuove attività imprenditoriali con l’obiettivo di attuare politiche attive del lavoro finalizzate ad avviare percorsi di autoimprenditorialità, sostenuti da un iter formativo di accompagnamento.
Le risorse disponibili per la Linea 1, che consistono in dei contributi per l’autoimprendotrialità, sono pari a 8 miloni e 300 mila euro. C’è un fondo per il microcredito, gestito da Abruzzo Sviluppo, società in house della Regione Abruzzo, finalizzato alla concessione di finanziamenti da 5 mila a 25 mila euro a soggetti che si trovino in difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito, al tasso dell’1% e con durata massima di 60 mesi.
“Purtroppo noi abbiamo ereditato una situazione molto difficile in Regione – ha esordito l’assessore regionale Mauro Febbo – stiamo rimettendo a pari il bilancio, ma adesso finalmente stiamo raccogliendo i frutti.
Prendo parte molto volentieri a questo convegno, credo che questa sia una risposta molto importante. Bisogna dare la possibilità agli Istituti di Credito di dare credito. Questo penso che sia già uno strumento importante”.
“È il quarto incontro che abbiamo organizzato sul territorio – ha aggiunto l’assessore regionale alle Politiche Attive del Lavoro, Paolo Gatti – per parlare di questo progetto che abbiamo proposto. Con il microcredito si vuole dare una mano ai microimprenditori fino a 25 mila euro per accedere al credito, questo anche per nuove realtà. Con questa iniziativa si vuole dare una risposta al territorio. Le domande possono essere presentate del 29 ottobre. Il suggerimento è quello di presentare la domanda il 29 perché noi faremo una valutazione. Una delle cose principali è che c’è un punteggio premiale per i giovani fino a 30 anni non compiuti. Si deve vedere quali iniziative si vogliono mettere in campo, se innovative o di routine. Abbiamo dato alle imprese degli strumenti, però non esiste solo il lavoro dipendente, ma possono essere portate avanti anche delle idee. Il termine ultimo è il 30 novembre. Ci sarà un corso intensivo di 60 ore molto pratico con il quale si dà n supporto economico ma anche delle competenze in modo che questo incentivo non si posa esaurire con pochi mesi o con pochi anni. Abbiamo molte esigenze che rispondono a dei bisogni possibili”.
“Confartigianato diventerà operatore territoriale a tutti gli effetti – ha concluso il direttore di Confartigianato Abruzzo, Daniele Giangiulli – si parlava di credito subito. Questa è la strada con la quale abbiamo lanciato un progetto per tutte le banche territoriali. Dobbiamo dare delle risposte celeri alle imprese che non possono più attendere. Con questo progetto riusciamo a finanziare gli artigiani della regione Abruzzo. In questo modo si possono creare delle possibilità”.

Francesco Rapino per Cityrumors

Print Friendly, PDF & Email