Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, comune: presentato il bilancio di previsione

Chieti, comune: presentato il bilancio di previsione

L’assessore alle Finanze del comune di Chieti Roberto Melideo ha presentato nelle ultime ore il bilancio di previsione del comune teatino per il 2012, “caratterizzato” , si legge nella sua nota, “più degli altri anni dal particolare e non ordinario momento storico che stiamo vivendo.

Nonostante le criticità, abbiamo caratterizzato il documento contabile dell’Ente con la previsione di importanti provvedimenti innovativi, strategici dal punto di vista politico-amministrativo nel rispetto del programma di mandato.

Il Preventivo 2012 contiene i seguenti, qualificanti punti:

-introduzione di una “no tax area” per alcune zone della Città;

-introduzione del Quoziente Familiare in via sperimentale ai fini della determinazione delle tariffe relative a: asili nido; scuolabus; mense scolastiche;

-riduzione generalizzata del 5% della TARSU e recupero maggior gettito 2011;

-mantenimento della spesa per il “sociale”, pur in presenza di riduzione degli specifici trasferimenti;

-mantenimento della spesa per la Pubblica Istruzione;

-mantenimento della detassazione TARSU per contrada Casoni ed estensione dell’attuale esenzione al raggio ad 1 KM;

-mantenimento delle tariffe TOSAP con riduzione della stssa TOSAP per il periodo estivo;

-mantenimento delle aliquote per l’Imposta della Pubblicità e Pubbliche affissioni;

-aumento degli stanziamenti per definire il contenzioso;

-riduzione del livello di indebitamento con rimborso anticipato dei mutui;

-contenimento delle spese generali rispetto alla previsione 2011.

La “filosofia di base” che ha improntato l’architettura del bilancio 2012 è quindi quella di tener si conto del rigore finanziario ma, al contempo, di formulare una politica fiscale e gestionale costruttiva e propositiva al fine di adeguarsi ai mutati scenari ed agevolare i cittadini e lo sviluppo economico territoriale, per quanto possibile, con un occhio comunque attento al mantenimento della sana gestione.

Nel triennio 2012 – 2014 non risulta previsto il ricorso a mutui; l’Amministrazione comunale intende, anzi, continuare a perseguire un piano di riduzione del debito attraverso estinzioni anticipate di prestiti in essere

Ricapitolando i dati più significativi, desidero evidenziare entrate tributarie previste per € 35.777.945,90. I contributi ed i trasferimenti correnti che da sempre rappresentano nel bilancio comunale la voce determinante nella differenziazione della spesa sono quest’anno la fonte di finanziamento che più di ogni altra subisce una riduzione per effetto delle manovre di contenimento del deficit pubblico.

Si avranno, infatti, trasferimenti pari ad € 8.495.012,53 con una riduzione di ben -5,82% rispetto il 2011. Le entrate extratributarie si prevedono pari a € 16.171.720,78; i proventi da oneri di urbanizzazione pari ad € 1.165.678,62 per un totale di entrate da utilizzare per spese correnti e rimborso prestiti pari ad € 62.330.857,83.

Per la parte corrente si segnalano:

Per le spese generali relative agli organi amministrativi ed alle funzioni generali di amministrazione stanziamenti per € 17.642.575,41;

Spese relative alla gestione del Tribunale: stanziamenti per € 1.608.728,69;

Gestione della polizia locale: stanziamenti per € 1.829.478,26;

Pubblica Istruzione: stanziamenti pari ad € 3.189.873,76;

Cultura e Beni culturali: ammontare complessivo di € 914.642,71;

Sport: spesa complessiva prevista di € 456.495,10;

Turismo: spesa complessiva di € 299.903,45;

Viabilità e Trasporti: stanziamenti per € 7.046.987,28;

Gestione del territorio e dell’ambiente: € 18.174.358,60;

Sociale e Welfare cittadino: € 6.733721,85;

Sviluppo economico: € 690.976,94;

Attività produttive: € 261.481,12.

Il totale della spesa corrente previsionale è quindi di € 58.849.223,17 mentre il previsionale 2011 era di € 59.518.873,60 registrandosi pertanto una riduzione della spesa corrente di € 669.650,43.

Per quanto riguarda le spese per investimenti, in considerazione dell’attività programmatoria dell’Amministrazione si registra complessivamente:

Funzioni generali di amministrazione: spese durevoli previste per € 9.005.285,51;

Istituti scolastici: il valore previsto è di € 2.288.959,50;

Impianti sportivi: stanziamenti per € 2.600.000,00;

Viabilità e Trasporti: € 1.925.817,54;

Gestione del territorio e dell’ambiente: € 2.398.696,67;

Investimenti sul sociale: € 897.000;

Investimenti durevoli nel campo dello sviluppo economico: € 24.800;

L’impostazione del Bilancio di previsione 2012 è, pertanto, caratterizzata:

dal taglio dei trasferimenti;

da una manovra tributaria e tariffaria che compensi il taglio dei trasferimenti prestando massima attenzione al tessuto;

dalla proposizione di meccanismi attivi di sviluppo economico;

dalla volontà di mantenere inalterate, per quanto possibile, le spese per i servizi sociali, l’istruzione e la cultura ed il turismo;

della diminuzione imposta dalla normativa per particolari tipologie di spese.

Print Friendly, PDF & Email