Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, bilancio: “Comune al collasso”

Chieti, bilancio: “Comune al collasso”

Comune di Chieti al collasso. Così il capogruppo di Chieti per Chieti Luigi Febo si esprime riferendosi al bilancio previsionale 2012 che questa mattina potrebbe essere approvato in Consiglio Comunale.
“Non è azzardato sostenere che siamo già al collasso finanziario – dice l’ex assessore ai lavori pubblici – poiché l’ente non può garantire l’assolvimento delle funzioni e dei servizi indispensabili”. Tra le espressioni ricorrenti nella relazione dei revisori dei conti: “non coerente”, “non congruo”, “le previsioni potrebbero determinare problemi di liquidità per l’Ente”. “Il Collegio non ha risparmiato richiami, critiche e censure – aggiunge Febo – ma, nonostante ciò, oggi il Consiglio sicuramente approverà questo documento contabile che autorizzerà una gestione folle delle risorse dell’Ente”.
Sarebbero le alienazioni immobiliari, il recupero Ici e gli oneri di urbanizzazione così elevati le cause del collasso sempre secondo Luigi Febo, che continua: “Di Primio dimentica però che i nodi vengono sempre al pettine e che le ditte prima o poi busseranno alla porta del Comune, mentre le società partecipate e la Asm hanno già evidenziato problemi di carattere finanziario. Nella relazione dei Revisori, inoltre è certificata l’esistenza di debiti fuori bilancio di non poco conto, in particolare quello dell’ex Ipab Case di Riposo già maturo dal 2010 e non ancora riconosciuto dal Consiglio Comunale”. Ce n’è anche per il teatro Marrucino: sulla base di una nota sulla gestione del personale e sul bilancio di previsione che impedisce assunzioni per il personale ha fatto sì che andassero a casa 28 lavoratori a tempo determinato, mentre allo stesso tempo è stato assunto personale artistico e tecnico del Teatro Marrucino per la Settimana Mozartiana. Conclude Febo: “Mettendo insieme le Relazioni dei Revisori dei Conti sul Bilancio Comunale e sul bilancio di Previsione della ricostiduenda e mai ricostituita Istituzione Teatrale il pasticcio amministrativo e contabile è veramente indigeribile.“

Print Friendly, PDF & Email