Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti. Banche, siglato l’accordo per il passaggio di Serfina a Bper

Chieti. Banche, siglato l’accordo per il passaggio di Serfina a Bper

“I 21 posti di lavoro della Serfina Banca sono salvi grazie all’accordo con il gruppo Bper: l’accordo e’ stato sottoposto ai lavoratori e approvato all unanimita’ dagli iscritti che hanno riconosciuto l impegno e la determinazione profusi in questi mesi di trattative portate avanti con grande diplomazia”. E’ quanto dichiara in una nota Antonella Sboro, componente della Segreteria FABI del Gruppo BPER. “Abbiamo raggiunto un risultato inizialmente insperato seppur a fronte di sacrifici da parte di tutti. Un risultato che si e’ tradotto nella salvaguardia dei 21 posti di lavoro e nel mantenimento del contratto del credito entrando a far parte di uno dei Gruppi bancari piu’ importanti . L’accordo per il salvataggio della Serfina e’ stato siglato tra Organizzazioni Sindacali, Banca Popolare Emilia Romagna e Serfina Banca S.p.A. nei giorni scorsi. Le trattative tra sindacati, FABI in testa, e l azienda erano iniziate a novembre dall anno passato, a seguito della richiesta da parte di Bankitalia a Serfina di trovare un nuovo partner bancario. Serfina Banca e’ una societa’ di credito partecipata in parte da una pluralita’ di soci, e per il 17,87% da Banca Popolare di Lanciano e Sulmona per la quale il piano industriale 2012/2014 del Gruppo BPER aveva gia’ previsto l incorporazione. Da qui l acquisizione di Serfina in Banca Popolare dell Emilia Romagna, ma soprattutto, la richiesta dei sindacati affinche’ il Gruppo si attivasse a tutela di tutti i posti di lavoro, e non, come inizialmente paventato, del solo personale addetto agli sportelli (11 addetti). “Dopo diversi incontri tra le parti in causa, il sindacato e’ riuscito a trovare l accordo con l azienda acquisitrice: salvaguardati tutti i posti di lavoro attraverso il provvedimento della mobilita’, comunque necessaria”, si legge nella nota della Fiba, che ha ottenuto di attuare la mobilita’ a determinate condizioni a tutela dei lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email