Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti, Ance: più controlli su sicurezza del lavoro

Chieti, Ance: più controlli su sicurezza del lavoro

L’ANCE Chieti – Sezione Costruttori Edili di Confindustria Chieti, in rappresentanza delle principali imprese edili della provincia che da sempre operano nel pieno rispetto delle regole, condivide le affermazioni del Presidente della Provincia di Chieti – Enrico Di Giuseppantonio – in merito agli annunciati controlli tesi a verificare il rispetto degli obblighi contrattuali da parte delle imprese esecutrici di lavori per conto dell’Amministrazione provinciale.
L’ANCE Chieti, da sempre attenta ai valori della legalità, trasparenza e correttezza, ritiene quindi di dover sostenere una più ampia e forte azione di controllo da parte degli Enti appaltanti ponendo particolare attenzione alla tutela e sicurezza dei lavoratori, al lavoro sommerso e alla qualità delle opere.
Di contro, l’ANCE Chieti chiede al Presidente della Provincia, in virtù degli obblighi contrattuali assunti dall’Amministrazione provinciale, il rispetto dei termini di pagamento per il soddisfacimento dei crediti maturati in capo alle imprese esecutrici.
La questione dei ritardi nei pagamenti, nota da tempo per la sua consistenza e gravità, ha assunto oggi livelli inaccettabili e non più sostenibili dal sistema imprenditoriale.
Sono ben evidenti, e in alcuni casi clamorosi, gli inevitabili effetti negativi di questa situazione sulla possibilità di una corretta gestione finanziaria e sulle stesse prospettive di sopravvivenza delle imprese.
L’incertezza dei tempi di riscossione dei crediti maturati, condiziona altresì la corretta programmazione all’interno delle imprese in termini di approvigionamento di materiali e servizi, con conseguenti e inevitabili rallentamenti produttivi che di fatto si ripercuotono sui tempi di esecuzione delle opere.
Tale fenomento diventa ancora più grave e di grande rilievo se contestualizzato nell’attuale congiuntura economica caratterizzata da una crescita negativa, dalla mancanza assoluta di nuovi investimenti per opere pubbliche e, soprattutto, dalle restrizioni creditizie in atto da parte del sistema bancario.
Anche le ripercussioni in termini sociali ed occupazionali sono ormai evidenti a tutti.
L’ANCE Chieti, nel ribadire e sostenere le ragioni delle imprese che operano nel rispetto delle regole, invita l’Ammistrazione provinciale ad un urgente intervento sulla questione posta e, come di consueto, si rende disponibile per discutere e condividere modalità e strumenti idonei che possano garantire le legittime aspettative del nostro sistema imprenditoriale.“

Print Friendly, PDF & Email