Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaCastiglione: via i consorzi per aziende protagoniste

Castiglione: via i consorzi per aziende protagoniste

“Chi si oppone al superamento della logica dei consorzi industriali si oppone alla logica della competitività regionale. Un processo che va accelerato se vogliamo il bene della nostra regione

 

 e se vogliamo che la competitività prenda davvero corpo”. Lo ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo economico, Alfredo Castiglione, intervenendo oggi ad un convegno organizzato dall’Università dell’Aquila sullo spin off.
Ritornando sulla riforma dei consorzi, l’assessore ha aggiunto che solo con “il superamento di una visione localistica le realtà come i poli di innovazione e le reti d’impresa potranno radicarsi nella nostra regione, con le aziende in veste di protagoniste, l’Ente regione che definisce programmi, progetti e obiettivi e coi i comuni e province che potranno gestire le aree industriali in maniera diretta. L’Ente pubblico economico, invece, erogherà quanti più servizi possibili al sistema industriale”.
Secondo Castiglione, la linea tracciata dal Governo regionale, ha trovato una ulteriore conferma nel Convegno dell’Aquila, al quale hanno partecipato relatori provenienti da autorevoli realtà universitarie italiane. “Sempre di più – ha continuato Castiglione – emerge la necessità di abbracciare l’idea dell’economia della conoscenza, con evidente orientamento delle risorse comunitarie e nazionali verso i poli d’innovazione, le reti d’impresa, la ricerca. Ed, infatti, la definizione dei poli d’innovazione sta giungendo quasi al termine così alcuni bandi sulla ricerca e sui servizi”.
“Ricordo che a breve – ha aggiunto Castiglione – uscirà un’importate misura sulle reti d’impresa, utilizzando un Apq con il Mise mentre con i fas un’attenzione particolare sarà riservata anche all’automotive. Questo però ci fa comprendere che occorre mettere il tessuto industriale ed economico della Regione nella condizione di poter assorbire e governare i nuovi processi di aggregazione e sviluppo industriale, cioé il superamento dei consorzi industriali. Un processo che va accelerato se vogliamo il bene della nostra regione e se vogliamo che la competitività in questa regione prenda davvero corpo”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi