Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaCanistro. Santa Croce: rimossi i sequestri a Colella, revocata la misura cautelare

Canistro. Santa Croce: rimossi i sequestri a Colella, revocata la misura cautelare

Il Tribunale di L’Aquila, con ordinanza depositata nella tarda mattinata odierna, a conferma delle deduzioni difensive, ha revocato la misura cautelare e dichiarato l’inefficacia del decreto di tutti i sequestri preventivi nei confronti dell’Amministratore di Sorgente Santa Croce Spa.
Lo rende noto l’Ufficio Stampa dell’azienda, precisando che “Prossimamente saranno rispettati tutti gli impegni nei confronti di Fisco, dipendenti e fornitori. L’ing. Colella, sempre fiducioso nella giustizia, difeso dall’Avv. Mastrodicasa delegata dello Studio romano Alessandro Diddi e dallo Studio Associato Fasciani di Avezzano, coglie l’occasione per ringraziare tutte le maestranze, i fornitori ed i clienti che hanno continuato ad acquistare ininterrottamente acqua Santa Croce.”

aggiornamento del 24/11/2015, ore 18
Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota

“In merito alla notizia da voi pubblicata riguardante la misura cautelare
ed i sequestri di beni nei confronti dell’Ing. Camillo Colella, si
chiede di rettificare l’utilizzo di termini quali “evasione fiscale” e
“truffa/frode” utilizzati in maniera assolutamente impropria e non
veritiera. Le accuse mosse, infatti, riguardano esclusivamente i mancati
versamenti fiscali, regolarmente dichiarati e contabilizzati dalla
Sorgente Santa Croce Spa, ma non versati alla scadenza in un unica
soluzione in quanto la Società ha beneficiato di rateizzazioni con le
relative sanzioni, mora e interessi previste dalla legge. Quella di
ricorrere alle rateizzazioni è stata una scelta resasi necessaria al
solo fine di poter far fronte ai numerosi debiti aziendali ereditati
dalla precedente proprietà.
Solo grazie ad una attenta gestione aziendale guidata dall’ing. Colella,
ad oggi i debiti si sono ridotti di oltre il 50%. Si ricorda che la
gestione Colella è iniziata a partire da gennaio 2008. Da quella data ad
oggi non è stato licenziato alcun dipendente e nonostante la difficile
congiuntura economica degli ultimi anni, l’azienda ha sempre rispettato
puntualmente tutti gli impegni a cominciare dalle spettanze dei lavoratori.”

Print Friendly, PDF & Email