Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaCanistro. Santa Croce: evasione fiscale per Colella, sequestro di beni per 20 milioni

Canistro. Santa Croce: evasione fiscale per Colella, sequestro di beni per 20 milioni

Venti milioni di euro di beni: a tanto ammonta la misura cautelare applicata sui beni di Camillo Colella, legale rappresentante della società che detiene il marchio acqua Santa Croce, ed eseguita oggi dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza dell’Aquila.

E’ l’effetto del ripristino di una misura, che in precedenza era stata emessa per tredici milioni di euro, richiesta dalla Procura della Repubblica di Avezzano e che, il 23 novembre, era stata revocata dal Tribunale del Riesame per vizi procedurali sollevati dalla difesa di Colella.

Ora, in accoglimento dell’appello presentato dalla Procura avezzanese, è stato nuovamente applicato il provvedimento e l’importo è stato cautelativamente aumentato per ricomprendere sanzioni e interessi nel frattempo maturati.

Nell’autunno scorso, nel corso di un’indagine, la Finanza aveva accertato l’evasione di un importo di circa nove milioni di euro, sottratti a Iva e imposta sui redditi e denunciato Colella alla Procura.

Poi l’indagine è stata estesa a tutte le posizioni della società nei confronti del fisco, anche alla luce dell’attività ispettiva effettuata dalla Agenzia delle entrate, e così si era arrivati a un calcolo complessivo di tredici milioni.

Secondo la Finanza Colella aveva messo in atto “Operazioni dissimulatorie, attentamente pianificate e puntualmente realizzate con il fine di rendere inefficaci le procedure di riscossione coattiva promosse da Equitalia. Consistevano principalmente nell’effettuazione di finanziamenti infragruppo infruttiferi per importi considerevoli”.

Print Friendly, PDF & Email