Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraBussi: riqualificare lavoratori polo chimico

Bussi: riqualificare lavoratori polo chimico

Per la Filctem Cgil di Pescara il caso del polo chimico di Bussi «rappresenta una crisi nella crisi, sia da un punto di vista occupazionale, ma soprattutto ambientale. Due gli obiettivi fondamentali: il risanamento e la reindustrializzazione dell’area». Da qui la proposta del sindacato: «La Toto spa, che ha deciso di fare delle attività nell’area di Bussi (Pescara), dia la possibilità di attingere alla dote formativa per riqualificare i lavoratori del polo chimico». In questo modo, per il segretario provinciale Giovanni D’Addario, «si darebbe un primo segnale per risolvere sia il problema occupazionale sia quello ambientale». «Ci sono dei soldi a disposizione, c’è un commissario che ha la possibilità di gestirli e spenderli e c’è una proprietà, la Solvay, che ha dichiarato che Bussi non è più un sito strategico». «Allora noi chiediamo che metta a disposizione le aree dismesse – aggiunge -. Tra l’altro è stato inserito un comma, nella manovra del Governo Monti, che prevede la possibilità di iniziare la bonifica anche se un sito è in produzione, in modo che si possa dare fin da subito la risposta ai lavoratori espulsi. Essendo molto settoriali, riteniamo che tali lavoratori debbano essere convertiti professionalmente. La Toto spa – conclude D’Addario -, dia loro questa possibilità».

Print Friendly, PDF & Email