Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaBarrea. L’allarme del WWF: ridotto ad una pozzanghera

Barrea. L’allarme del WWF: ridotto ad una pozzanghera

Ogni anno in questo periodo “il Lago di Barrea viene ridotto quasi a pozzanghera per una drastica riduzione del livello d’acqua a causa della manutenzione della diga che lascia la vasta area a secco”. A lanciare l’allarme è il Wwf Abruzzo che ricorda come, situato nel Parco d’Abruzzo Lazio e Molise, il lago sia tutelato da norme internazionali e nazionali (è in Zona di protezione speciale ed è Sito di interesse comunitario) e rappresenti un “ecosistema d’acqua dolce di cruciale importanza per avifauna acquatica e uccelli migratori”. Alla manutenzione quest’anno si aggiunge “la realizzazione di un nuovo progetto per impianto idroelettrico già approvato dalla Regione”. L’abbassamento del livello dell’acqua determina uno stress ambientale ed ecologico dannoso. “In tutti questi anni né un monitoraggio né un’osservazione per valutare il danno ambientale – dice il delegato Wwf Abruzzo Luciano Di Tizio – Il Wwf chiede con forza che si intervenga per controllare quanto sta accadendo sull’ambiente del lago di Barrea”.Il Wwf chiede che il Parco nazionale metta la questione al primo posto nella sua agenda e che si arrivi a un accordo con il gestore che possa da un lato garantire il funzionamento dell’impianto e le imprescindibili misure sulla sicurezza, ma che non vada a ledere ecosistemi che la Comunità internazionale chiede di tutelare in quanto valori di interesse generale. La naturalità delle sponde permette l’insediamento di forme complesse di vegetazione ripariale, anello di congiunzione tra l’ambiente acquatico e quello terrestre e che svolgono l’importante funzione di corridoio ecologico per il movimento della fauna. Cambiamenti anche minimi possono causare la rapida scomparsa di specie caratterizzate da particolari adattamenti fisiologici e comportamentali. Il Lago di Barrea è l’unica zona Ramsar (zona umida di importanza Internazionale) in Abruzzo ed è la più ampia zona umida nel settore biogeografico alpino dell’Appennino centrale. È inserito nell’IBA (Important Bird Area) del Parco d’Abruzzo Lazio e Molise. Tra gli uccelli osservabili intorno al lago: Rigogolo, Balia dal collare, Germano reale, Alzavola, Piro piro piccolo, Gallinella d’acqua, Nibbio bruno e Succiacapre.

Print Friendly, PDF & Email