Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaAvezzano. Progetto Voucher, piano di inserimento lavorativo temporaneo

Avezzano. Progetto Voucher, piano di inserimento lavorativo temporaneo

Al via i voucher promossi dall’amministrazione Di Pangrazio. Tutti coloro che vorranno partecipare alla selezione per i 30 posti disponibili, potranno presentare le domande dal 23 al 28 febbraio 2015.

La domanda di ammissione in graduatoria, redatta in carta semplice sul modulo “A”, scaricabile dal sito del Comune di Avezzano, deve essere consegnata a mano in busta chiusa riportante la dicitura “Richiesta adesione al Progetto Voucher”, presso gli uffici della Cooperativa Trepuntozero in via Vezzia, 35 – Avezzano (di fronte all’ingresso dei Servizi Socio Educativi del Comune di Avezzano) dal 23 al 28 febbraio  2015.

«Un progetto importante per la città di Avezzano – spiega il sindaco Giovanni Di Pangrazio -, un nuovo modo di intendere la solidarietà ponendo al centro dell’intervento la persona, che si rende attiva ed utile alla società ed alla cittadinanza.

Per la realizzazione del progetto, che prevede l’inserimento di un numero presunto di 30 soggetti – conclude il sindaco -, si intende ricercare personale disponibile a svolgere prestazioni lavorative accessorie», ai sensi dell’articolo 70 del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276 s.m.i. ‘Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla legge 14 febbraio 2003, n. 30’, della legge 28 giugno 2012, n. 92.

 

I lavoratori selezionati potranno svolgere la propria attività lavorativa presso vari settori e servizi previsti nel progetto:

lavori di piccola manutenzione ordinaria di luoghi pubblici della città;

lavori di sgombero neve;

sorveglianza presso manifestazioni comunali;

sorveglianza presso i plessi scolastici.

Possono presentare domanda per la selezione coloro che, alla data di presentazione della domanda, hanno un’età compresa tra 30 e 65 anni e sono in possesso dei seguenti requisiti:

a)     residenza nel Comune di Avezzano da almeno 24 mesi, a prescindere dalla cittadinanza. In caso di cittadini stranieri questi, oltre che della residenza devono essere in possesso del regolare permesso di soggiorno;

b)    inesistenza di pronuncia di sentenza di condanna passata in giudicato, o emissione di decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale;

c)     ISEE [Indicatore della situazione economica equivalente] del nucleo familiare anagrafico di appartenenza non superiore a € 15.000,00, rilasciato in data non anteriore al 1 gennaio 2015.

d)    Disoccupati/inoccupati da almeno 6 mesi alla data di scadenza dell’avviso, iscritti al Centro per l’impiego.

Print Friendly, PDF & Email