Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoAtri. Oltre un milione e 600 mila euro di lavori per le strade e il ponte di Fontanelle

Atri. Oltre un milione e 600 mila euro di lavori per le strade e il ponte di Fontanelle

Un milione e 640 mila euro di interventi nel comprensorio di Atri i cui lavori iniziano nei prossimi giorni. Stiamo parlando dell’intervento sulla 553 davanti all’ospedale – località Sant’Antonio – a Tre Ciminiere e sullo Stampalone: assegnata la gara per la sistemazione del ponte a Fontanelle.

Sulla 553, nelle vicinanze dell’ospedale, si interviene sulla strada interdetta al traffico dopo un vasto movimento franoso che ha “cancellato” un intero tratto. Per l’intervento, complessivamente, si spenderanno 240 mila euro (finanziamento regionale) e i lavori, considerata la necessità di riaprire uno dei principali canali di collegamento con il centro storico inizieranno nei prossimi giorni.

Altri 200 mila euro sono destinati all’intervento in località Stampalone e anche in questo caso per la sistemazione di tratti stradali interessati da movimenti franosi così come a Tre Ciminiere dove sono previsti lavori per 300 mila euro.
“Si tratta di opere già consegnate alle ditte aggiudicatrici – specifica il consigliere alla viabilità, Mauro Scarpantonio – mentre è stata assegnata la gara per il miglioramento sismico del ponte di Fontanelle: oltre 980 mila euro di lavori. In questo caso siamo di fronte ad un intervento complesso che verrà realizzato dalla ditta Mazzaferri di Tottea e che risulta di particolare valore strategico perché l’attraversamento collega l’area del Fino con quello del Vomano. Considerati i tempi amministrativi per la validazione del contratto diciamo che i lavori dovrebbero iniziare fra un mese”.

“Come testimoniato dal registro dei contratti, sul territorio atriano, nei diciotto mesi di questa amministrazione, sono stati gestiti oltre cinque milioni di lavori. Una cifra importante se si tiene conto che dal 2009 i fondi per le manutenzioni erano praticamente spariti. La 553 è una strada particolarmente attenzionata dalla Provincia sia perché è uno snodo strategico, sia per i gravi problemi di dissesto idrogeologico, sia per la necessità oggettiva di migliorarne la sicurezza e la transitabilità – commenta la vicepresidente Barbara Ferretti – e abbiamo previsto investimenti significativi per la sua sistemazione anche nel Piano delle manutenzione straordinarie che abbiamo presentato a finanziamento alla Regione. Ma intanto rimaniamo all’oggi e alla concretezza che ci sta contraddistinguendo, i lavori che partiranno nelle prossime settimane rappresentano un bel passo avanti”.

Print Friendly, PDF & Email