Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiAtessa. SIT, un aiuto concreto ad imprese ed amministrazioni sul territorio

Atessa. SIT, un aiuto concreto ad imprese ed amministrazioni sul territorio

Si è tenuto ieri pomeriggio ad Atessa, presso l’Auditorium Italia, il Seminario tecnico sul SIT, il Sistema Informativo Territoriale realizzato dall’Associazione tra Enti locali del Sangro Aventino, che riunisce 63 comuni della provincia di Chieti e L’Aquila.
Un sistema innovativo a supporto della Pubblica Amministrazione, dei professionisti, delle imprese e dei cittadini, finalizzato a facilitare l’accesso e la consultazione di cartografie, dati catastali, piani urbanistici locali e settoriali. Il SIT è il prodotto dell’incrocio di diverse banche dati, tra cui i dati catastali, l’anagrafica tributaria, il PRG comunale, la toponomastica e si presenta come un utile strumento ai fini dell’attuazione delle nuove politiche di fiscalità locale e di pianificazione territoriale.
Il seminario ha rappresentato un momento di confronto tra amministratori, tecnici ed esperti per spiegare finalità, risultati e prospettive di questo sistema e per illustrare come la P.A. locale stia lavorando per rispondere al meglio alle esigenze del territorio.
“In un momento così difficile per l’economia degli enti locali questo sistema si dimostra efficiente e permette di colmare lacune – ha dichiarato Nicola Cicchitti, Sindaco di Atessa e Presidente dell’Associazione tra Enti Locali del Sangro Aventino –Oggi tutti conosciamo il SUAP, lo Sportello Unico per le Attività produttive creato negli scorsi anni, di fondamentale importanza per il settore commerciale. Attraverso il SIT il territorio non può che crescere e migliorare”.
“L’Associazione dei comuni del Sangro Aventino opera in una logica di rete”. Così Antonella Marra, segretario dell’Associazione che ha sottolineato l’importanza di appuntamenti come questi finalizzati alla formazione e all’aggiornamento professionale. “Abbiamo iniziato nel 1998 raccogliendo una sfida. In Italia siamo tra i pochi ad aver fatto più progetti in forma associata – ha commentato Raffaele Trivilino, direttore del Patto Territoriale Sangro Aventino – C’è voglia di continuare a fare rete perché insieme si può fare sempre di più”.
Interessanti anche gli interventi dei tecnici comunali che hanno sottolineato le difficoltà crescenti a cui vanno incontro a causa del costante cambiamento normativo. “L’aggiornamento diventa una questione essenziale per lo svolgimento delle nostre funzioni – ho confermato Guglielmo Palmieri, dirigente del comune di Atessa – Il SIT garantirà controllo maggiore del territorio”. Per Marcello Di Toro, tecnico del Comune di Casoli, è uno strumento utilissimo ai fini della pianificazione territoriale e per Rosanna Antrilli, tecnico del comune di Torricella Peligna, è un importante ausilio per i piccoli comuni che sono chiamati a compiere gli adempimenti dei comuni più grandi.
“Oggi possiamo dire che oltre il 70% dei comuni dell’Associazione tra Enti Locali del Sangro Aventino e il 90% della popolazione residente ragiona con il nostro Sistema Informativo Territoriale – ha dichiarato Massimo Staniscia, referente dell’Associazione – Questo è un dato rilevante e un importante traguardo che va considerato un punto non di arrivo bensì di partenza. L’invito è di continuare a ragionare in un’ottica di sistema, collaborando con i professionisti, i tecnici comunali e gli amministratori degli enti locali per un obiettivo comune: accrescere le condizioni di contesto e garantire efficienza nella gestione e pianificazione territoriale, migliorando i processi innovativi.”
Apprezzamento anche dai rappresentanti degli Ordini professionali della provincia di Chieti che hanno partecipato all’incontro – Ingegneri, Architetti, Geometri e Agronomi – che hanno previsto il rilascio di crediti formativi agli iscritti presenti.

Print Friendly, PDF & Email