Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL CONSORZIO DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI SOC. COOP. ARL – L’AQUILA

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL CONSORZIO DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI SOC. COOP. ARL – L’AQUILA

Si è tenuta nel mese di aprile , presso l’Unione Provinciale degli Industriali di L’Aquila, L’Assemblea Ordinaria dei Soci del Consorzio di Garanzia Collettiva Fidi. Ha aperto i lavori il Presidente del Confidi, Giancarlo Abbati, proponendo una relazione sull’attività svolta nel corso dell’ultimo anno, con una sintesi aggiornata dei dati tecnici: aziende socie: 70, aziende nuove iscritte: 8, aziende chiuse, recessi: 8, fidi in essere:10,252 mld di cui 5,188 mld Fidi a m/l termine Pop 2.1.a).; disponibilità monetarie e finanziarie 1,641 mld di cui circa 581 ml. Di fondi Pop2.1.a) in concessione; insolvenze anno 2000: 0; abbattimenti interessi effettuati nell’anno: 83 milioni circa (da contributi CCIA e provincia); abbattimenti interessi in previsione nel 2000: 65 ml. Circa (da contributi CCIA); incremento fondi rischi previsto per il 2000 in base a l.r.59/80: 150 mil.

Il Presidente, coadiuvato dal Segretario Marco Masciocchi, ha proposto il quadro sulla situazione relativa ai finanziamenti a medio e lungo termine garantiti da fondi Pop 2.1.a). Da circa 20 mesi il Confidi L’Aquila, in qualità di soggetto concessionario, ha ottenuto specifiche disponibilità da accreditare nei Fondi Rischi separati da quelli ordinari e destinati esclusivamente per prestare garanzie su finanziamenti destinati a piani e progetti di sviluppo. La misura, a livello di consorzi Confidi, ha funzionato pienamente, nonostante le difficoltose procedure amministrative e burocratiche poste in essere per ottemperare ai controlli ed ai monitoraggi degli Enti erogatori. L’utilizzo di tali fondi è stato considerevole e proprio il Confidi L’Aquila, tra tutti i Confidi industriali ed edili della regione Abruzzo, ha ottenuto la migliore “performance” di utilizzo: ha ottenuto in aggiunta agli oltre 498 milioni erogati con i successivi stati di avanzamento, ulteriori 83 milioni scaturiti da un ulteriore riparto di risorse causato dai mancati utilizzi da parte di alcuni Confidi. Tali fondi, gestiti come concessionari per conto della Regione Abruzzo, potrebbero almeno per la metà entrare a far parte del patrimonio Confidi nel momento in cui sarà emanato un atto di assegnazione da parte della Regione stessa. La questione è in discussione all’Assessorato dell’Industria ed insieme alla questione del “De minimis” da applicare anche ai finanziamenti garantiti dal Confidi, costituirà uno degli argomenti salienti da discutere a livello regionale in sede di Coordinamento Regionale Confidi, nel quale il Confidi L’Aquila cura la segreteria e la stesura ed elaborazione dei documenti. Il Presidente Abbati, nel corso della relazione ha ricordato gli incontri promossi insieme al Coordinamento Regionale con l’Assessore all’Industria, Vito Dominici, al quale sono state presentate proposte operative per sviluppare il ruolo dei Consorzi ed il conseguente aumento degli stanziamenti regionali per i fondi rischi. E’ stato poi discusso il secondo ordine del giorno inerente la Relazione del Collegio Sindacale e la Nota integrativa: Il Rag. Desiati, Presidente del Collegio sindacale ha espresso parere favorevole all’approvazione del bilancio chiuso al 31/12/2000 ed alla proposta del Consiglio di Amministrazione in ordine alla copertura della piccola perdita (£ 641.757) di esercizio con i fondi all’uso preposti: Il Bilancio è stato, così, approvato all’unanimità e il Presidente Abbati, infine, ha informato i rappresentati delle aziende associate, di un prossimo incontro con la dirigenza della Carispaq e di altri Istituti per ottenere condizioni più favorevoli soprattutto per quanto riguarda i finanziamenti a lungo e medio termine.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi