Ultime Notizie
HomeNews AnceAnce Pescara: su Ricostruzione indagherà una commissione di inchiesta

Ance Pescara: su Ricostruzione indagherà una commissione di inchiesta

Apprendiamo con favore che il Senato ha dato il via libera all’istituzione di una Commissione d’inchiesta sulla ricostruzione dei territori colpiti dal sisma dell’Aquila nel 2009: 172 sono stati i si, nessun no e 2 astenuti.
Preme sottolineare che l’obiettivo principale non è quello di indagare le imprese, piuttosto l’affastellarsi delle ordinanze, le leggi contraddittorie, l’esclusione dei Comuni e degli enti locali dal potere di decisione fino al 2012, gli strumenti e le procedure per la Ricostruzione, come è stato riferito dagli stessi proponenti della Commissione e dal Senato stesso.
La precisazione è doverosa per scongiurare che nella percezione collettiva si generi confusione a danno dell’immagine delle imprese che, invece, nella ricostruzione hanno solo provveduto ad eseguire i lavori.
La successione caotica delle ordinanze ha infatti ritardato l’inizio della Ricostruzione, seppur in maniera funzionale stante la calamità di misura epocale: per la prima volta, infatti, un sisma ha raso al suolo una città che non solo era capoluogo di Regione, ma in più era anche 6° patrimonio d’arte d’Italia. Così, infatti, hanno dichiarato i proponenti stessi, senatori Stefania Pezzopane e Paola Pelino.
Si aggiunga pure che, come la stessa senatrice Pezzopane ha pubblicamente affermato all’Aquila, nel palazzo Comunale in data 9 maggio scorso, i numeri sulle presunte infiltrazioni malavitose sono assolutamente inferiori agli indici medi, decisamente al di sotto di quelli che sono definiti “funzionali” in caso di movimento terra di corpose dimensioni.
L’obiettivo della Commissione è innanzitutto pervenire ad una legge che faccia tesoro dell’esperienza aquilana, soprattutto delle sue buone pratiche, e funga da vademecum della gestione dell’emergenza: nessun amministratore dovrà trovarsi più nella condizione di incertezza e confusione che si generò all’indomani del 6 aprile 2009, e tutti “i ritardi e gli errori che ha scontato L’Aquila non ricadano più su alcuno”, imprese incluse. Insomma, nessuna volontà di criminalizzare, ma una legge organica sulle catastrofi che potrà contribuire anche al programma ‘Casa Italia’ per la prevenzione antisismica.
La Commissione consentirà di non ripetere eventuali errori compiuti, fatto importante soprattutto a fronte degli interventi da avviare in seguito ai due nuovi terremoti che hanno colpito il Centro Italia: qui, ad esempio, grazie all’esperienza aquilana è stato possibile comprendere subito che anche le seconde case meritavano la ricostruzione. Un insegnamento infatti venuto proprio dal sisma aquilano dove, invece, si è dovuto combatte anni e anni prima che si comprendesse che la ricostruzione di tutto il patrimonio era un interesse collettivo piuttosto che un vantaggio di pochi. Un dato oggi finalmente acquisito come certo.
La Commissione costerà 75.000 euro per l’anno 2015 e 150.000 euro per ciascun anno successivo, e sarà a carico dei bilancio interno di Camera e Senato.
ANCE PESCARA, 10 novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email